12 Commenti

Mille giovani al Palasport col vescovo per la veglia delle Palme

vescovo-palme

Oltre mille giovani hanno partecipato, sabato 23 marzo, alla veglia delle Palme  presieduta dal vescovo Lafranconi al Palazzetto dello Sport di Cremona. L’incontro, promosso dalla Federazione Oratori Cremonesi, ha avuto inizio alle 18 con la preghiera caratterizzata da un prolungato momento di adorazione eucaristica. Intense le testimonianze dei giovani dell’oratorio di Motta Baluffi, da anni impegnati d’estate tra i bambini brasiliani e dell’educatore professionale Mattia Ferrari della Caritas Cremonese. Nell’omelia mons. Lafranconi ha invitato i giovani a fidarsi di Dio, che sceglie gli uomini nonostante le loro fragilità e infedeltà e a non temere dell’ostilità delle altre persone. Dopo cena il Teatro Minimo di Bergamo ha presentato “Della luce più Chiara”, una piece teatrale sulla vita di Santa Chiara d’Assisi. Durante la veglia sono stati raccolti 2000 euro per le famiglie colpite dalla crisi economica e assistite dalla Caritas Cremonese.

L’omelia del vescovo

Il vescovo ha rimarcato la fiducia che Gesù ripone nei suoi seguaci: «Quando Gesù, durante i momenti della passione, dice di aspettare i suoi apostoli in Galilea sa di rivolgersi a persone che subito dopo l’avrebbero piantato in asso. Ciò nonostante egli non cambia idea, persiste nell’affidare la sua missione a questi uomini fragili, a gente che sa che lo tradirà e non pago conferma la sua decisione anche dopo la loro fuga e il loro rinnegamento». E ha aggiunto: «Cristo si fida di me! Di noi tutti! Non abbiate gli stessi timori di Geremia, che si sentiva frenato nella sua vocazione perché era giovane! Gesù si fida! Se non avessimo questa certezza con quale coraggio andremmo a testimoniare il suo Vangelo?».

Il presule, poi, si è domandato perché Gesù manda i suoi discepoli proprio in Galilea: «È la terra più a Nord della Palestina ed era considerata una zona secolarizzata, dove la fede in Dio si era sbiadita a causa della mescolanza di popoli e tradizioni diverse. Anche noi oggi ci troviamo in un ambiente refrattario al Vangelo, incapace anche di vedere la bellezza di certe testimonianze. Eppure in qualunque luogo ci troviamo Dio si fida di noi e ci manda a fare dei discepoli».

Fare discepoli, però, è un impegno serio poiché non si esaurisce nel fare propaganda o nell’offrire un semplice annuncio, ma  «nell’aiutare le persone a scoprire la bellezza del messaggio di Cristo e dello stile di vita che gli ha indicato facendosi uomo». Fare discepoli significa anzitutto battezzare, «cioè mettere in comunione col Padre, il Figlio e lo Spirito» e insegnare «a osservare tutto ciò che Gesù ci ha comandato».

E quindi il vescovo ha precisato: «Il discepolo è una persona che a cuore di vivere come Gesù gli ha proposto e che è consapevole che se Dio si fida di lui, dall’altra parte lui può fidarsi di Dio perché egli è sempre presente».

Rivolgendosi direttamente ai giovani il vescovo Dante ha chiesto di pensare a come giocare la propria esistenza, a impegnarsi, cioè a scoprire la propria vocazione: «Siate certi di poter contare su Cristo: egli è con noi tutti i giorni fino alla fine del mondo».

Al termine della sua omelia mons. Lafranconi ha invitato i ragazzi che non andranno a Rio de Janeiro per la GMG con Papa Francesco, a partecipare il 27 e 28 luglio prossimo presso il santuario di Caravaggio, al meeting lombardo per seguire in diretta il grande evento ecclesiale in terra carioca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Enrico

    Ma non avevano niente di meglio da fare come servire alle mense aiutare chi soffre invece di sentire sempre le solite lagne .? Credo che il nuovo papà qualcosa stia insegnando ad una chiesa amica dei pedofili e sempre pronta a spendere per farsi grande e non caritatevole!!!!!!

  • Luke

    Certo Enrico, come te!
    che sicuramente… starai tutto il giorno a servire alle mense e aiutare chi soffre… come molti cattolici, Caritas e San Vincenzo…
    invece che dimostrare anonimamente il tuo disprezzo verso dei giovani che si radunano per un momento di preghiera e di festa, senza alcol, canne e cazzate varie!
    Scrivi sciocchezze come quelli che lasciano frasi sui muri dei cessi pubblici perchè il tuo è solo banale disprezzo verso la Chiesa!
    Ricordati che il primo dovere della Chiesa e dei Cattolici è annunciare Cristo, poi, di conseguenza, aiutare poveri di sostanze e di spirito e, per fare queste buone azioni, bisogna che qualcuno dia delle ragioni e a questo servono incontri e momenti di educazioni… se no ci si ritrova, vigliaccamente, a scrivere sciocchezze anonime e a dare consigli sui forum!
    Sappi che il nuovo Papa ha appena detto che senza l’annuncio di Cristo, la Chiesa si riduce ad una ONG e questo non è il suo compito!

  • Enrico

    Annunciate quel che volete ma condizionate da sempre molte persone….

    • Luke

      See… per fortuna c’è lei che non si fa condizionare… ed è libero… di sorbirsi i beveroni delle Iene…, delle Tv generaliste, dei paraguru internettiani e miliardari alla Grillo…

      • Pino

        meglio quelli di chi molesta i bambini o di chi protegge i pedofili

        • Luke

          Faccione, te quanti ne hai conosciuti di preti così?
          Fa i nomi!
          Io invece conosco decine di cristiani e tanti preti che si fanno il mazzo per il prossimo! Poi chi sbaglia paga, ma solo chi odia la Chiesa per ragioni proprie fa di eccezioni rare la regola! E la perfezione sta solo a casa di Pino!

          • Pino

            luke sei patetico.
            Mi ripeto: i nomi li sa il tuo socio, falli dire a lui (magari li conosci anche tu visto che sei così addentro al meccanismo, e magari vi siete scambiati anche qualche confidenza).
            E come ti ho già detto in un altro post io non frequento pedofili, il tuo “capo” si.
            Io ho detto la mia, se tu non accetti che gli altri possano avere una loro idea, anche diversa dalla tua, allora il problema non è mio.
            Un tribunale s’e’ espresso e Lanfranconi è stato individuato come uomo a conoscenza dei fatti, che ha taciuto solo per “salvaguardare l’immagine della Diocesi piuttosto che la salute fisica e psichica dei minori”.
            Questo non lo dico io. L’ha scritto un giudice.
            Scrivi al tribunale di Savona e digli che hanno sbagliato.

          • Luke

            Io non ho capi! E il letame che hai dentro lo si evince anche dal delirio quando parli di meccanismi e di confidenze (allora ti potrei rispondere che hai forse paura che qualcuno si metta a farti concorrenza: sporcaccione?).
            La realtà è che ci sono solo le congetture di un pm che ha dovuto archiviare il caso… e sappiamo cosa spesso è la magistratura in Italia… e personaggi squallidi, come te, che riempiono le bacheche della loro saliva quando leggono che dei ragazzi si sono radunati a pregare con il loro Vescovo! Ma è l’odio c’è vi spinge!

          • Pino

            mamma mia che disagiato che sei.
            Non è stato archiviato ma il reato è andato in prescrizione sono due cose molto diverse
            Non sai neppure capire le cose… mi fai quasi pena.
            E poi sarei io quello pieno di rabbia?
            Se tutti i cristiani credenti e praticanti sono come te “Dio” ce ne scampi.

          • Luke

            No, la differenza la conosco bene, così come so pure che i pm avrebbero potuto trovare 1000 modi per continuare le indagini, il procedimento ecc., come il reato di favoreggiamento! Invece hanno lasciato perdere… infarcendo come al solito i faldoni di sospetti solo per giustificare la perdita di tempo e il teorema!
            No, quelli come te non si meritano rabbia…, figurati!
            povera vittima… delle cazzate che scrivi…
            Ci risentiamo al prossimo articolo su un’iniziativa della Chiesa cremonese o no… quando vorrai infamare e insultare anonimamente, come al solito, persone che si dedicano liberamente ad attività che non ti garbano!
            Pugnetta!

          • Pino

            Qui l’unico che insulta come al solito sei tu, e non te ne accorgi neppure, bella educazione e bei valori ti hanno trasmesso i tuoi genitori e il tuo prete.
            Stai negando che nella chiesa ci sono preti pedofili? Ma sei davvero tanto stupido e lobotomizzato o sei uno della cricca che vuole continuate a toccare bambini??

          • Luke

            Pino, poveraccio, tu non sai nemmeno leggere:
            io non ho scritto che non ci sono preti che hanno sbagliato, ma che sicuramente la questione è stata ingigantita per odio alla Chiesa, infatti, ogni volta che qualcuno chiede dei nomi ai graffitari anonimi di questo sito, se insomma uno come te ha conosciuto un prete che si è comportato mele… il silenzio è l’unica risposta…
            Ma quello che mi fa schifo è che quando viene pbblicato un articolo su una tranquilla manifestaione di Cattolici che nulla centra con la tua ossessione, salta fuori il vigliacchetto anonimo come te (anonimo sicuramente come tuo padre), che si mette ad infamare… perchè sei pieno d’odio… oltre che anonimo e vigliacco.