2 Commenti

"C'è da firmare una raccomandata": truffa, nomade in manette

polizia

“C’è da firmare una raccomandata”, ma è solo una scusa per svaligiare appartamenti. A Bologna una nomade di 21 anni di Cremona con alle spalle vari precedenti specifici è stata arrestata dalla polizia. Fingendo un allontanamento del postino e la richiesta di una firma, la giovane e una complice, quest’ultima riuscita a fuggire, si introducevano nelle case e rubavano soldi e gioielli. La 21enne è stata bloccata in via Benedetto Marcello, dove aveva appena tentato un ‘colpo’. Mentre  la complice intratteneva la vittima nell’androne facendo credere che il postino si fosse assentato un attimo, l’altra entrava nell’abitazione e faceva razzia di soldi e gioielli. Quando però un 69enne bolognese è stato invitato a scendere per firmare una raccomandata, si è insospettito e dopo avere messo in guardia la moglie, ha avvertito il 113. Appena si sono viste scoperte, le due ladre hanno tentato di scappare, ma la 21enne è stata bloccata. E’ stata poi riconosciuta anche dall’inquilina derubata lo scorso dicembre come una delle due responsabili del furto. La polizia l’ha denunciata per tentato furto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Antonella

    Sono venute da me pochi giorni fa più o meno nella stessa zona!!!! Ho capito, fortunatamente, cosa stava succedendo quando la zingara, che ho visto bene, era entrata già in casa, ma non ha fatto tempo a razziare nulla. Che spavento!!!!

  • dovevi prendere il manico della scopa e spaccaglielo sulla testa..solo coi,forse,capiscono..alla fine tanto in galera nn ci vanno,mica sono italiani eh..