Commenta

Trasporto, in attesa del nuovo contratto 1milione fino a giugno

autobus

Procede la riorganizzazione del nuovo servizio del Trasporto pubblico, dopo la gara vinta dall’Associazione Temporanea di Imprese costituita da KM, Autoguidovie, Line, Autoguidovie, Star e Miobus. La firma del nuovo contratto è prevista per aprile, l’entrata in vigore del nuovo sistema a giugno con l’avvio dell’orario estivo. Ancora in via di definizione gli ultimi aspetti, compresa la possibilità di istituire il servizio a chiamata, ovvero linee di distribuzione interna a prenotazione che sostituirebbero le attuali ‘navette’. Intanto, essendo scaduta la proroga del vecchio contratto servizio, ed essendo già stato assegnato il nuovo, la Provincia di Cremona (che ha bandito la gara con il Comune di Cremona) ha comandato ad Autoguidovie Spa (mandataria) di effettuare il servizio in via d’urgenza e transitoria fino a giugno. Le imprese della Ati, infatti, stanno continuando a portare avanti il servizio di trasporto con il vecchio contratto. Per questo periodo di transizione il Comune paga un milione di euro da febbraio a giugno (un milione e 100mila euro con Iva al 10%). La cifra è la somma di quanto pagato mensilmente con il vecchio contratto. Con il nuovo contratto, stesso costo ma con più chilometri: da 1milione 191 mila a 1milione 380 mila comprensivi di servizi sperimentali ed eventualmente del servizio a chiamata. In più i chilometri dedicati al trasporto scolastico (rimasti invariati) dedicati al trasporto scolastico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti