13 Commenti

Giunta, assessori a colloquio da Perri: 'Faccio appello alla responsabilità'

perri

Ritorno teso del sindaco Perri a palazzo comunale dopo le vacanze di Pasqua. Sul tavolo del primo cittadino le questioni urgentissime legate alla Giunta, dopo che l’assessore al Bilancio Roberto Nolli ha attaccato i colleghi sul quotidiano locale dando loro degli incapaci e dopo che è circolata una dura lettera (mai consegnata) di alcuni della squadra per chiedere chiarimenti. Il sindaco, appena tornato in ufficio, ha organizzato un incontro con i protagonisti dello scontro politico di maggioranza, i cosiddetti anti-Nolli, ovvero Jane Alquati, Maria Vittoria Ceraso e Francesco Bordi. Colloquio ‘privato’ anche con l’assessore al Bilancio Roberto Nolli. Assente da palazzo Nicoletta De Bona della Cultura perché in ferie. “O via loro o via io – avrebbe ribadito l’assessore al Nolli al sindaco – La differenza non è tra assessori buoni o meno, ma tra competenti o incompetenti”. Mentre, dal canto suo, l’assessore ai Lavori Pubblici Francesco Zanibelli avrebbe assicurato di non aver mai firmato e di non voler firmare alcuna lettera contro il collega del Bilancio.
Nel pomeriggio la nota ufficiale. “Il Sindaco Oreste Perri – si legge nel documento – ha avviato una serie di incontri e colloqui personali per un approfondimento della situazione particolarmente critica che il Comune di Cremona sta attraversando. Ha pertanto incontrato singolarmente e collegialmente alcuni assessori e rappresentanti politici, manifestando innanzitutto preoccupazione per il particolare e molto complesso momento che non solo Cremona, ma l’intero sistema delle autonomie locali stanno vivendo. Le difficoltà che tutti gli enti locali stanno incontrando nella preparazione e gestione dei bilanci impongono una precisa presa di coscienza della delicata situazione istituzionale ed economico finanziaria che l’intero Paese sta attraversando. L’occasione è stata utile anche per fare il punto sui lavori svolti in questi quattro anni di mandato e sugli impegni operativi da portare a compimento nel corso dell’anno che ancora distanzia l’amministrazione Perri da qui alla scadenza del mandato. L’attuale momento non permette di interrompere un lavoro che, pur nelle difficoltà anche politiche talvolta registrate, ha comunque saputo dimostrare una coerenza di impegno collegiale, compresi gli incarichi affidati ad alcuni consiglieri comunali. I primi appuntamenti all’orizzonte nelle prossime settimane sono l’approvazione del bilancio consuntivo 2012 e quindi del preventivo 2013, che paventa il rischio di dover intervenire ulteriormente sulla spesa in assenza di un quadro di trasferimenti statali sufficientemente chiaro e certo. Nella consapevolezza che guidare una macchina amministrativa richiede, soprattutto in questi tempi, da parte di tutti, l’impegno ad anteporre alla visione del particolare interesse una tensione collegiale finalizzata a dare risposte ai cittadini nell’interesse del bene comune, il Sindaco ha fatto appello alla responsabilità istituzionale e personale di ogni assessore affinché venga abbandonato il clima di aspra contrapposizione che alcune volte contraddistingue il loro comportamento. Un rinnovato senso di responsabilità istituzionale dovrà dunque contraddistinguere il lavoro che ancora resta da fare nel prossimo anno al servizio della comunità cremonese”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Beppe

    Ridicoli,nessuno vuole abbandonare la poltrona.Nessuna dignità,solo attaccamento allo stipendio che prenderanno per un anno ancora.

  • identitario

    Paias!

    • Basilicata on my mind

      Ciao, vengo da un paese lontano: cosa vuol dire “Paias”?

      • ANGELO1

        pagliaccio

  • TIZIANO CARINI

    L’ufficio di collocamento fa piu’ paura di…….Nolli?COSI’ CONTINUIAMO A MANTENERE DEGLI”INCAPACI”COI SOLDI PUBBLICI?

  • chissàchilosa

    VOLLEMOSE BBENE …….MA FIGURA DA CIOCCOLATAI VERGOGNA !!!!!

  • Lora Daria

    UN MINIMO DI DIGNITA? NO ?

  • Giada

    Nolli: Non sono come la De Bona, non dico mi dimetto e poi non lo faccio.
    Sabato annuncia le sue dimissioni con un sms e ieri pomeriggio le congela in attesa di non si sa cosa.
    Evviva la Giunta Perri, grazie di esistere.

  • politici al rogo

    MI DIMETTO,SI, NO, FORSE, PUO’ DARSI, VEDRO’, SE ME LO CHIEDONO RESTO,CONGELO LE DIMISSION, SCONGELO, METTO IN FRIGOR,E’ PROPRIO VERO GLI iTALIANI SONO DEI PAGLIACCI SENZA DIGNITA’ E IL MONDO INTERO RIDE .
    POVERA CREMONA GESTITA DA SALTIMBANCHI.

    • ANGELO1

      calma, io sono italiano, non sono un pagliaccio e la dignità non mi manca; quindi fare nomi e cognomi per favore…….

  • politici al rogo

    caro angelo non penso che ci voglia l’interprete per capire a chi mi riferisco ,e non fare anche tu come la stragrande parte degli italiani che difendono a spada tratta l’onore e la dignità italiana vedi i 2 marò senza considerare che hanno ucciso 2 persone quindi non fare anche te l’italiano che quando sente dire che siamo dei vigliacchi si offende , studia un po’ la storia e capirai che l’Italiano è inaffidabile, bugiardo traditore ecc ,naturalmente ha anche dei pregi tipo è solidale durante le calamità e non si risparmia ,impiega molto del suo tempio libero per gli altri vedi il volontariato ,ma non dimenticare che all’estero ci considerano meno di una merda sul badile ,credimi io ho lavorato in molti paesi stranieri e ti posso garantire che molti europei ci detestano, soprattutto per il nostro comportamento ambiguo e inaffidabile

    • PiovonoPietre

      Parli per lei ed eviti di generalizzare.

      • politici al rogo

        io non ho generalizzato ho semplicemente detto la verità che a voi puritani da fastidio vedi Battiato che ha affermato che in parlamento ci sono delle troie e la presidente della camera e del senato si sono scandalizzati ,questa è l’Italia bacchettona, tanto cara a voi Italiani vedi il calcio che quando c’è un rigore in area i tifosi nonostante la moviola si scagliano contro l’arbitro ,questa è l’ Italia e quindi non meravigliatevi se ci considerano inaffidabili e lecca culi.