Commenta

Truffava commercianti con i nomi grigiorossi, cremonese incastrato

prodotti-alimentari

Usava i nomi delle passate glorie della Cremonese, come Cabrini e Rampulla, per mettere a segno truffe. Dieci i commercianti bresciani raggirati da un sedicente imprenditore, M.D, classe 1971, residente a Cremona. Si tratta di un pregiudicato con alle spalle precedenti per truffa, insolvenza, appropriazione indebita e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Alle sue vittime si presentava per conto degli ex grigiorossi chiedendo forniture alimentari per l’inaugurazione di fantomatici locali. Nel mirino, una decina tra pasticceri, pizzaioli, fornai, tutti di Bagnolo Mella. Come garanzia, faceva i nomi di Giuseppe Favalli, Antonio Cabrini, Attilio Lombardo e Davide Astori. Una volta ottenuta la merce, però, si rendeva irreperibile, e ovviamente non pagava nulla. A scoprirlo sono stati gli agenti della polizia locale di Bagnolo Mella grazie ad una telefonata fatta col proprio cellulare ad uno dei commercianti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti