Commenta

Si sente diffamata, prof di sostegno fa causa a sette colleghe

classe

Un’insegnante di sostegno di una scuola media ha promosso una causa civile per diffamazione nei confronti di sette colleghe che a suo dire l’avrebbero diffamata con una lettera inviata al provveditore e al dirigente d’istituto. Nella missiva, datata maggio 2011, le insegnanti si sarebbero lamentate di comportamenti scorretti nei loro confronti da parte della collega. In sostanza, secondo quanto riportato nella lettera, l’insegnante di sostegno avrebbe interrotto più volte in classe le lezioni tenute dalle docenti e criticato il loro metodi di insegnamento. Ma c’è di più: secondo le insegnanti, la collega di sostegno avrebbe avuto anche contatti con i genitori degli alunni ai quali avrebbe espresso giudizi negativi sulle colleghe, creando nell’ambiente scolastico un clima di contrasti e di discordie. Davanti al giudice Alessandra Medea Marucchi hanno testimoniato cinque insegnanti appartenenti ad un gruppo di lavoro per studenti con handicap. Al magistrato avrebbero riferito i comportamenti scorretti tenuti dalla collega di sostegno. Da qui la decisione delle sette insegnanti di scrivere la lettera al provveditore e al dirigente d’istituto. Un documento diffamatorio, secondo la prof di sostegno, che ora in sede di giudizio civile chiede di essere risarcita. La prossima udienza è stata fissata alla prossima settimana, mercoledì 24 aprile, quando verranno sentiti altri due testimoni in contrasto con la parte offesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti