Commenta

Diritto allo studio alle scuole 53mila per progetti

scuola-ultima

Assegnati i soldi del diritto allo studio da parte delle Politiche Educative del Comune, alle scuole cittadine che hanno presentato i progetti come richiesto dal Piano Diritto allo Studio a suo tempo deliberato dalla Giunta ed approvato dal Consiglio. Per l’anno scolastico 2012-2013 era previsto l’assegnazione di una parte di contributi alle scuole sulla base della presentazione di progetti didattici ed educativi che si concentrino su aree tematiche ben definite. 53.000 euro i soldi assegnati alle scuole di varie ordine e grado.

“Questa modalità – dichiara l’assessore Jane Alquati – rappresenta un’innovazione nel Piano che, per gli anni scorsi, assegnava i finanziamenti agli istituti solo sulla base del numero di alunni iscritti. Si intende in questo modo incentivare e sostenere le capacità progettuali delle scuole, nonché orientare, almeno in parte, i finanziamenti rispetto alle specifiche esigenze che i docenti e gli esperti sono in grado di rilevare ed interpretare.”

Le aree tematiche sulle quali sono stati definiti gli interventi sono: sostegno agli studenti con disagio non certificato; conoscenza e orientamento al mondo del lavoro locale; conoscenza del territorio; progetti finalizzati a promuovere l’abitudine e il piacere della lettura, la conoscenza e l’utilizzo dei linguaggi, l’espressività dei bambini e dei giovani; percorsi di didattica orientativa; educazione alla cittadinanza; educazione alla salute; avviamento e pratica dello sport inteso come esperienza educativa e di socializzazione. Alla proposta hanno aderito 18 istituti scolastici, alcuni dei quali hanno inviato diversi progetti, la maggior parte interessanti, che testimoniano il grande lavoro svolto dalle scuole per rispondere a richieste e necessità di un mondo sempre più complesso ed eterogeneo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti