Cronaca
Commenta50

25 aprile, contestazioni in piazza Duomo Fischi e palco oscurato da uno striscione E tensione per una bandiera americana

http://www.youtube.com/watch?v=svu3ERTbQnc

Contestazione dei centri sociali quando le autorità hanno preso la parola in piazza Duomo per la celebrazione del 25 aprile. Circa 50 persone si sono infilate in un “corridoio” lasciato libero davanti al palco e hanno oscurato la visuale dell’intera impalcatura, coperta con uno striscione (vedi foto): “Basta tagli, basta sfratti. Ma quale Liberazione? Basta fascismo”. All’origine della protesta anche la concessa apertura della sede di CasaPound in città. Cori durissimi e fischi hanno ostacolato i discorsi del sindaco di Cremona Oreste Perri e di Antonio Agazzi, capogruppo del Pdl arrivato in rappresentanza della Provincia. E’ nata poi una discussione fra le associazioni di partigiani e i contestatori. La calma è tornata (e lo striscione è stato rimosso) quando ha cominciato a parlare Giovanni Scotti della Divisione Acqui Cremona.

TENSIONE PER UNA BANDIERA AMERICANA
Alcuni contestatori, però, sono stati inoltre protagonisti di un diverbio con Michele Aglio del Movimento 5 Stelle, al quale hanno strappato dalle mani una bandiera americana (Aglio dichiara tramite Facebook: “Bandiera Usa a 48 stelle strappata. L’anno prossimo verrò solo con quella italiana. Per chi non lo sapesse, l’Anpi non aveva nessuna pregiudiziale sulla presenza delle bandiere che ricordavano i protagonisti della campagna d’Italia. Tanti inglesi e americani sono morti per noi”).

IL CORTEO E I VARI APPUNTAMENTI
E’ partito da piazza San Luca attorno alle 10,30 il corteo per la Festa della Liberazione, dopo la celebrazione al Civico Cimitero. In tanti per il tradizionale appuntamento in città, che ha visto la partecipazione delle associazioni partigiane, degli studenti e di molte autorità. Corso Garibaldi, corso Campi, via Verdi, piazza Stradivari, via Baldesio con accompagnamento del Complesso Bandistico di Cremona. Fino a piazza Duomo per gli interventi di Perri, Agazzi, Scotti della Divisione Acqui Cremona, Mariella Laudadio, presidente Anpi Cremona, Angelo Rescaglio, presidente Anpc Cremona, Martina Stanga, presidente Consulta degli Studenti.

Al termine, deposizione corone di alloro alle lapidi dei Caduti per la Libertà. Alle 12, poi, ricevimento dei familiari dei Caduti per la Libertà e consegna delle borse di studio per il 25 aprile nel Salone dei Quadri di palazzo comunale. L’iniziativa in collaborazione con Anpi, Anpc, Associazione Nazionale Divisione Acqui.

GALLERIA IMMAGINI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti