Commenta

Studenti cremonesi a confronto con il mondo del lavoro

scuole

Gli allievi della classe 2A del Liceo Daniele Manin, accompagnati dalla docente Rossella Russo, hanno incontrato alcune delle figure professionali che lavorano nella Pinacoteca del Museo Civico Ala Ponzone. A Marina Volontè, conservatrice del Museo Archeologico di Cremona, il compito di accogliere la classe e presentare i colleghi Gabriele Cavallini, guida turistica e operatore didattico del museo; Deborah Bariani, Giorgio Tinelli e Enrico Lupi, operatori museali; Paola Cremonesi, Simona Vantadori, Pierfrancesco Ceraso, guardie giurate; Silvia Menozzi, operatrice presso il bookshop; Michele Bernardi, restauratore. Dopo una breve presentazione dei compiti di ciascuno, Marina Volontè ha spiegato ai ragazzi come e quando è nato il Museo e le fasi che lo hanno portato alla configurazione attuale. Gabriele Cavallini si è invece soffermato brevemente su alcuni dei dipinti esposti, spiegati agli alunni grazie anche al contributo del restauratore Michele Bernardi.

I ragazzi della classe 2B Meccanici dell’Itis Torriani, con gli insegnanti Annibale Franzini e Mansueto Tassi, hanno invece fatto visita alla Melgari Caldaie di Gadesco Pieve Delmona. Qui sono stati accolti da Andrea Ferrari, responsabile dell’ufficio marketing, che ha presentato ai ragazzi l’azienda (fondata negli anni ’30 da Primo Melgari), oggi leader nella installazione, noleggio, manutenzione, riparazione, revisione di caldaie industriali, anche grazie agli ingenti investimenti in nuove tecnologie e fonti rinnovabili. Il team dell’azienda è composto da 20 dipendenti: ingegneri e periti dell’Ufficio tecnico, esperti commerciali dell’Ufficio clienti, esperti gestionali e contabili, conduttori di generatori a vapore. L’incontro è terminato con la visita al “parco caldaie” (il più esteso d’Italia) sotto la guida dell’ing. Francesco Papi.

Confronto con Carlo Beltrami dell’impresa Paolo Beltrami S.p.A. e presidente dell’ANCE (Associazione Costruttori Edili) Cremona per gli studenti della 5B dell’Istituto Tecnico per Geometri Vacchelli. Beltrami ha presentato ai ragazzi l’impresa fondata dal padre Paolo nel 1955. Nel corso degli anni, gli interventi si sono poi ulteriormente sviluppati fino a comprendere anche l’edilizia scolastica, sportiva, sanitaria, non trascurando l’ambito del restauro architettonico. Erika Grassani, progettista, ha quindi illustrato ai ragazzi le caratteristiche del nuovo ed innovativo complesso residenziale di Porta Mosa, in fase di realizzazione, dove gli studenti si recheranno in visita mercoledì 8 maggio.

Le iniziative rientrano nell’ambito del Progetto Zero/18, promosso dall’Assessorato alle Politiche Educative e della Famiglia del Comune di Cremona, che prosegue anche nel mese di maggio.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti