Commenta

Funziona il mix di eventi in centro: tra sport ed Europa città piena di visitatori

evidok

Tanti visitatori, molti visi non cremonesi, parenti venuti da altre città. Il centro di Cremona è tornato a vivere questa mattina, con la concomitanza di almeno quattro eventi che lungi dal sovrapporsi si sono affiancati dividendosi equamente la folla. Solo nel pomeriggio, la pioggia ha guastato le feste nella parte finale delle manifestazioni. Ma in mattinata (e nei due giorni precedenti, per quanto riguarda il Mercato Europeo), il successo c’è stato.

Il Mercato Europeo di corso Garibaldi

L ‘impossibilità di utilizzare piazza Stradivari, occupata domenica dalle società ciclistiche che si preparavano al Circuito del Porto, ha valorizzato altre location solitamente trascurate, come corso Garibaldi, dove i commercianti sono soliti lamentarsi di essere tagliati fuori dagli eventi. E così, il mercatino dei prodotti biologici ha occupato corso Campi (dove quasi tutti i negozi sono rimasti chiusi), mentre il Mercato Europeo di corso Garibaldi tra via Palestro e palazzo Cittanova, ha coinvolto curiosi e golosi alla scoperta dei sapori di Grecia, Spagna, Toscana, Alto Adige e così via.

La paella spagnola ha conquistato molti cremonesi

 

In questo caso i negozi sono rimasti quasi tutti aperti, anche se con qualche eccezione. Il Mercato Europeo è stato portato a Cremona da Confesercenti, che inteso valorizzare espressamente questa parte di centro storico. Per minimizzare i problemi coi residenti, visto che il corso è stato occupato dai banchi per tre giornate, l’associazione di via Ruffini ha messo a disposizione 40 posti auto gratuiti nel parking Villa Glori.

In piazza Roma, panificatori dell’Ascom soddisfatti per i tanti cremonesi che si sono recati ad acquistare pizzette, focaccine, pagnotte (il cui ricavato andrà anche in solidarietà) sotto il tendone di ‘Buono come il pane’. Anche la rinnovata piazza Marconi ha avuto la sua parte, ospitando, nell’auditorium di Palazzo dell’Arte, i cantori de L’Aura Rilucente per il festival Monteverdi.

Il passaggio dei ciclisti da via Massarotti

Il Circuito del Porto ha assolto anche quest’anno alla sua funzione extrasportiva, portando a Cremona centinaia di ciclisti da ogni parte d’Italia, con accompagnatori e famigliari al seguito. Che questo significhi automaticamente buoni affari per ristoratori e negozianti è un’altra cosa.

Quella del Mercato Europeo in corso Garibaldi potrebbe essere stata la prova generale per ulteriori manifestazioni, ad esempio la Festa del Torrone, che da sempre i commercianti della zona chiedono che venga dislocata anche da loro e non solo in piazza Stradivari. Forse per la prossima edizione autunnale, riusciranno ad ottenerlo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti