Commenta

Cremonese offre casa sfitta a persone in difficoltà Don Pezzetti: 'Da imitare'

senzatetto

Un cremonese ha offerto temporaneamente il proprio appartamento sfitto a una persona in difficoltà che, per problemi economici, non poteva più permettersi un’abitazione. Lo ha fatto sapere, con soddisfazione, la Caritas cremonese per tornare a parlare dell’iniziativa ‘Adozioni a vicinanza’, famiglie che assistono altre famiglie attraverso versamenti periodici. «Un gesto di generosità da imitare – commenta don Antonio Pezzetti, direttore di Caritas Cremonese – Chi ha qualche possibilità in più ne rende partecipe anche i fratelli con quello spirito di condivisione dei beni che era una delle caratteristiche delle prime comunità cristiane. Un modello certamente un po’ ideale, ma». Oltre all’immediata soluzione di una situazione di fragilità questa temporanea e gratuita concessione permetterà un vero e proprio cammino di recupero e di pieno reinserimento sociale, impossibile senza un tetto sotto cui ripararsi.  «Un piccolo aiuto – continua il sacerdote – può risultare essenziale per rimettersi in carreggiata e uscire dal periodo nero. Siamo convinti che offrire un’opportunità di questo genere sia davvero importante. Ne abbiamo avuto testimonianza diretta anche noi della Caritas: per un certo periodo di tempo abbiamo ospitato gratuitamente, in un nostro appartamento, una persona lasciata letteralmente per strada. La garanzia di un’abitazione e la conseguente possibilità di risparmiare sull’affitto, le ha permesso gradualmente di ritornare alla normalità». È questo l’auspicio a fronte della nuova opportunità provvidenzialmente offerta alla Caritas diocesana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti