Un commento

Futuri geometri del Vacchelli in visita al cantiere porta Mosa

vacchelli

La classe quinta B dell’istituto tecnico statale per Geometri P. Vacchelli alla presenza del professor Rota, che tiene il corso di “costruzioni” si è recata presso il cantiere di Porta Mosa dell’impresa Beltrami RE che ha illustrato la tecnica costruttiva dell’edificio nonché l’organizzazione del cantiere. La visita ha fatto seguito all’incontro tra le classi dell’Istituto ed il titolare Carlo Beltrami e della responsabile dell’ufficio tecnico Erica Grassani, nel quale è stata fatta una breve presentazione dell’azienda e del cantiere.

Il gruppo è stato accompagnato da Paolo Barbieri, responsabile del progetto, Erica Grassani e  Marco Zaniboni (Ufficio di progettazione e Direzione lavori) e la Luigi Bellomi, Direttore del Cantiere.

E’ stata illustrata brevemente l’organizzazione di un “cantiere tipo” definendo ed esplicitando i ruoli di Committente, Progettista, Direttore Lavori, Coordinatore della sicurezza e Collaudatore. Poi ai ragazzi è stata consegnata una brochure con i particolari architettonici dell’edificio in costruzione per agevolare loro la comprensione di ciò che stavano visionando. In particolare l’attenzione è stata posta sulla struttura portante in cemento armato, che nella fattispecie è stata realizzata su pali di fonfazione trivellati, proseguendo poi sulle tipologie di solai e pilastri utilizzati nonchè sulle motvazioni che hanno portato a compiere delle scelte progettuali piuttosto che altre.

Il professor Rota ha poi descritto agli alunni certe opere realizzate con la teoria appena studiata in classe. L’altro grande fattore di interesse è stato quello relativo al concetto di risparmio energetico. In particolare è stato spiegato ai ragazzi come oggi gli edifici siano tecnologicamente avanzati e di come sia importante l’integrazione di tutti i progetti necessari (architettonico, energetico, acustico, impiantistico e strutturale) e di come la struttura si debba adeguare a tutti gli altri cercando di salvaguardarli il più possibile.

I ragazzi hanno dimostrato un forte interesse dovuto principalmente all’ambiente del cantiere (sempre molto affascinante) visionando attentamente e chiedendo spiegazioni sulle attrezzature presenti e sulle lavorazioni in essere. Anche le maestranze presenti hanno dato il loro contributo alla comprensione del processo edilizio.

La visita è terminata sulla copertura dell’edificio.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mattia

    Casualmente proprio su quel cantiere…
    Quando si dice le coincidenze…