12 Commenti

Rinnovo cariche, Zamboni ad Aem Sfogo Perri: 'Proprio il Pd mi critica…'

perri-aem

Sopra, la sede di Aem e il sindaco Perri

Nominato Federico Zamboni a capo di Aem Gestioni. La notizia ufficiale è arrivata nel tardo pomeriggio di lunedì. “In accordo con le indicazioni fornite dal comune di Cremona – si legge nella nota – LGH srl ha nominato il nuovo c.d.a di AEM Gestioni s.r.l. Si evidenzia che tale nomina è in linea con le  recenti norme in materia di spending review (decreto Legge 6 luglio 2012, n° 95); il consiglio di amministrazione poteva essere nominato anche a 5 membri mentre l’Assemblea ha deciso la nomina di tre amministratori”. Il nuovo Consiglio di Amministrazione è composto dal Presidente Federico Zamboni, imprenditore cremonese di 44 anni proprietario della Farmacia di via Oglio in Cremona, da Ersilia Baruffini dipendente LGH srl e da Giuseppe Demuro dirigente del Comune di Lodi nonché componente del Consiglio di Amministrazione di LGH srl.

Zamboni commenta: “Sono lieto di accettare questa nuova sfida nell’ambito dei servizi pubblici locali e spero di portare la mia capacità imprenditoriale anche in settori diversi da quelli in cui ho raccolto buoni risultati fino ad oggi. Cremona è la mia città e posso garantire il mio massimo impegno”.

Soltanto ieri la segreteria cittadina del Pd aveva criticato il sindaco chiedendo in base a quali criteri venissero date le indicazioni per le nomine nelle partecipate. ‘Penso di essere stato il primo sindaco a riconfermare gli amministratori precedenti nelle aziende partecipate, persone che non avevo scelto io’, spiega il sindaco Oreste Perri. ‘Mi pare una prova concreta del fatto che le mie scelte tengono conto delle competenze delle persone, non delle appartenenze politiche. Cito solo i casi di Albertoni all’Aem e di Galli alle Centropadane. Essere d’accordo tutti su tutto è difficile, me ne rendo conto – conclude il sindaco – ma il Pd non può venirmi a fare accuse di questo tipo’.

Se per il Cda di Aem Gestioni è cosa fatta, resta invece ancora un po’ di tempo per l’ufficializzazione delle nomine presso le altre partecipate di Aem Spa (a cui il comune partecipa al 100%). Per Km (in cui Aem Spa ha il 51%, il resto è dei privati) si andrà al 6 giugno. Il nome che circola con insistenza è quello di Giuseppe Ferrari, presidente uscente di Aem Gestioni. Una nomina contro cui si scaglia la segreteria cittadina della Lega Nord (leggi l’articolo), confermando la totale linea di rottura tra i lumbard e il sindaco Perri.

Si dovrà aspettare ancora un mese, invece, per il rinnovo di Aemcom, il cui presidente uscente è Mirko Grasselli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • enrico

    Un inbocca al lupo al nuovo Presidente, solo una piccola considerazione.Mi auguro che il ruolo non dia diritto ad alcun contributo che possa gravare sulle tasche dei cittadini nel senso che un rimborso spese per pasti parcheggi e poco altro mi sembra il giusto compenso per incarichi che non si raggiungono per meriti di cariera o professionali am per volomtà altrui ,non dei cittadini
    Il professionista stimato come il Dott Zamboni non credo abbia bisogno di uleriori compensi, altrimenti il suo e altri posti andrebbero assegnati per meriti e non per coptazione

    • elguapopapador

      Se, ciao… minimo sono 30.000 euro all’ anno…

      • mazzia

        buoni risultati professionali raggiunti finora….

        ce credo …unica farmacia monopolista x 40 anni nel quartiere po…
        anche mia nonna ce la farebbe

        • Gianni

          Hai dimenticato la farmacia AFM di piazza Cadorna. Prova a mettere a confronto come funziona la farmacia Zamboni e come funzionano le ex comunali e ti renderai conto!

  • bungatore

    Egregio Signor Sindaco……..di quale Pd parla…..?????

    forse del ” soccorso rosso ..???

    Pánta rhêi hōs potamós

    • sandra

      Il sindaco parla del tuo Pd. Perche’ ? Ce n’ e’ piu’ di uno ?

      • Birba

        certo che ce n’è più di uno, di due e anche di tre….è per questo che non hanno mai combinato nulla! causa del “rebelot” che hanno in seno.

      • bungatore

        I fatti parlano da soli: c’è chi si è assicurato la poltrona con la gestione personalizzata del Pd.

        Effetto : il Pd ha perso.

        Quando si cambia…….???

  • Gianni

    Zamboni ha dimostrato di essere un validissimo farmacista e imprenditore riuscendo a far funzionare la sua farmacia in modo anche più efficiente delle farmacie ex comunali. Per quale motivo non dovrebbe essere anche un ottimo amministratore per AEM?

  • pallino

    Ciò che è ulteriormente assurdo e vedere il controllato che fa il controllore. Pregi di una legge idiota quanto chi là fatta. La correttezza vorrebbe che si evitasse almeno questo ma devo ammettere che oggi è pura fantasia ed in politica, ultimamente, questo difetta molto.

    • pallino

      Forse chi l’ha fatta quella legge era più attento a logiche di potere che non a garantire l’imparzialità delle scelte.

    • bungatore

      Ed infatti vive bene e vegeta meglio l’inciuciator cortese re della strada , re della città….!!!!!!