Commenta

Inflazione ferma ma i prezzi di frutta e verdura galoppano

carrello

Prezzi stabili a Cremona nel mese di maggio. Lo confermano i dati elaborati come ogni fine mese dall’Ufficio Statistica del Comune, che registra un incremento dello 0,1% tra maggio ed aprile e  uno scostamento dello 0,9% rispetto ad un anno fa (nel mese di aprile lo scostamento annuo era risultato identico). Dunque si rileva un freno all’inflazione, contrariamente a quanto era avvenuto all’inizio dell’anno quando, a gennaio, i prezzi al consumo rilevati a Cremona erano cresciuti del 2%  rispetto all’anno prima. Analogamente era avvenuto anche per febbraio e marzo. Poi, da aprile, il rallentamento. Da segnalare però che tra i generi cresciuti di più ci sono gli alimentari di prima necessità come frutta e verdura (8,9% rispetto ad un anno fa e 11,3% in più tra maggio e aprile), gli oli e grassi (+4,9% rispetto ad aprile); vino e birra, cresciuti in un anno del 5,7 e del 5,9%.

Forte diminuzione su base annua del gasolio da riscaldamento (-42%), degli articoli di gioielleria e oreficeria (-9%) e di altre voci artigianali e tecnologiche.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti