14 Commenti

L'OPINIONE | Grillomao vuole occupare la Rai

grillomao

Beppuzzo Grillomao lo ha giurato in piazza, durante il comizio a Marina di Ragusa.Ha detto:”Noi non andremo in tv,noi la occuperemo”.Ci riuscirà? Nel mirino c’è,soprattutto, la Rai. Farà in tempo? Veltroni sta  già sistemando i suoi, idem il Cavaliere. Rischia di arrivare a scodelle lavate.

E’ singolare quanto sta accadendo in questo Paese scappato di mano e sempre più vecchio, lento.Un Paese che “ha perso 25 anni”,  come ha detto giorni fa  Ignazio Visco il governatore della Banca d’Italia, senza che nessuno di lorisgnori inarcasse le ciglia scosse dallo stupore. Un Paese in fuga dalla realtà dove un giovane su due non trova lavoro, dove i fondi per la Cassa integrazione sono sempre in bilico, dove mezza Italia è in mano ai creditori. E dove i padrini della Patria discettano da mesi sul semipresidenzialismo alla francese (con supercazzola a doppio turno) , le banche non accelerano sul credito, le imprese non investono, la Cgil vede nero (“ci vorranno 63 anni per ritrovare i posti di lavoro persi con la crisi”). Ed anziché  affrontare di petto la questione  come ha suggerito pure Napolitano (“Vigilerò sui partiti perché non siano inconcludenti”) si perdono in sterili polemiche sui giornali amici ed accomodanti.

Epperò la Rai è la Rai. Uòlter Veltroni, zitto zitto,  ha incassato Gerardo Greco al Giornale Radio; il Pdl vuole in sella al TG2 Susanna Petruni  ed  al Tg1 il senatore Minzolini . Tre romani doc :Gerardo è stato una vita a New York occupandosi anche di Cuba; Susanna detta la “farfallina” , fedelissima del Cav, è una “potenza”; al suo matrimonio i big c’erano tutti, da Alemanno a Berlusconi, da Gasparri a Casini. Il “Minzo” è diventato senatore il 15 marzo ma scalpita per tornare in video avendo diretto la Portaerei (2009-2011) lasciando pure un  segno con vigorosi editoriali. Ma non è facile. Rai 1,Rai 2 e Rai 3 – come dice Grillo – sono occupate dai partiti. E ciò non è certo una notizia e nemmeno una novità. Il vero scandalo, ha scritto il comico-guru, è “che questo non dà più scandalo. Si dà ormai per scontato che plotoni di addetti stampa raccontino le balle dei partiti senza vergogna pagati dal canone, dalla pubblicità, dalle tasse”. La Rai è pure un pozzo senza fondo, nel 2012 ha perso 200 milioni di euro. E’ così da anni. Fino a quando?

Grillomao sa benissimo che la Rai è pure un percorso di guerra fin  dal  primo giorno in cui l’Azienda è nata (10 aprile 1954). Il primo presidente,Cristiano Ridomi, è  stato nominato alle 10 e dimissionato alle 17; non piaceva al compagno Togliatti perché Ridomi era stato amico di Galeazzo Ciano, genero di Mussolini. Mauro Bubbico chiamava  l’azienda “er latifondo democristiano”.Negli anni dell’Ulivo, quando alla Rai imperava Veltroni, i frequenti cambi di dirigenza venivano chiamati “giri di Walter” e i direttori di testate, alla nomina, passavano a genuflettere alle Botteghe oscure prima di salire in trono.

Negli ultimi 15 anni  anche i direttori generali sono saltati come scaloppine in padella:Prodi è passato “en danseuse”  da Celli a Cappon, Berlusconi ne ha cambiati cinque (Saccà,Cattaneo,Meocci,Masi,Lei). Topolino Amato per l’informazione  aveva puntato tutto su Gal Lerner ma il “missionario fazioso” –  che ama difendere gli ultimi e volare in elicottero con i primi, come  De Benedetti, –  ha fatto il direttore del TG1 solo per cento giorni;poi hanno richiamato l’Albino di Mantova è tutto, per un po’, è filato liscio.

Grillo è impegnato a risalire la china. Il suo M5S è uscito indebolito dalla ultime Amministrative.Certo anche Pd e Pdl hanno lasciato sul campo un sacco di voti; per l’esattezza295 mila i primi, 160 mila i secondi. Ma Grillo sta fiutando l’aria che tira, sente odor di diaspora, il grido “vaffa” non galvanizza più come un tempo. Allora, dopo la sbronza internettiana, meglio un oplà strategico e tuffarsi tra le braccia della vecchia e cara tv generalista. Ma occorrono proposte.  Partendo dagli esclusi.Cioè dai giovani, i più esclusi di tutti. Sennò è solo cabaret.

Enrico Pirondini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • sandra

    I padrini della patria discettano sul semipresidenzialismo perche’ non hanno altro da fare.Chi dovrebbe prendere di petto cosa ? La Cgil ha solo certificato quello che ormai tutti abbiamo capito : siamo finiti in trappola e vie d’ uscita non ce ne sono.E se c’ e’ qualcuno che vuole prendere di petto l’ economia e il lavoro si accomodi.Ma non mi pare , neppure volendo , che ci siano molte possibilita’ , fatto salvo un percorso diverso da quello europeo fatto di fiscal compact , vincoli di bilancio e supercazzole varie in salsa Merkel e Hollande.
    Percio’ che si dilettino pure , chi sul presidenzialismo , chi sul porcellum , chi sull’ occupazione della Rai.
    Tanto e’ tempo perso. E ciascuno nel tempo libero si diverte come vuole e come puo’.
    E siccome tempo libero ne avremo per una sessantina d’ anni tanto vale fare i ghirigori alle istituzioni , minacciare i giornalisti come fa Grillo , o rincorrere per diciotto mesi le nuvole , come sembra intenzionato a fare Letta.
    Una sola cosa e’ certa : potremo avere l’ elezione diretta del presidente , la Rai nelle mani dei grillini , una nuova legge elettorale remix di porcellum e mattarellum , ma tutto questo non ci dara’ un posto di lavoro in piu’ o un euro in piu’ da spendere.
    Peccato che nessuno ce lo dica chiaramente.

    • bungatore

      peggio di cozzaglio………ma che scuffia…………..!!!!!!

  • bungatore

    Il effetti le cose stanno così come ha descritto bene Lei.
    Ma nessuno, nemmeno il grillo vociante, si è guardato intorno, un poco fuori dall’Italia:manca la capacità analitica( ma non solo a lui) .

    Nessuno ha studiato bene la cosiddetta “primavera araba” e le sue conseguenze sulle stagioni a seguire .

    Nessuno sta bene seguendo quello che succede in Turchia.
    E li è già estate: sarà l’estate turca ( persino Obama si sta preoccupando).
    Così come stanno le cose in Italia noi dovremo fare i conti con l’autunno.
    E diventeremo famosi per l’autunno italiano: e saranno guai.

    • sandra

      A ciascuno quel che si merita : e lei , bungatore , tenta di fare incetta di neuroni ma proprio non ci riesce. Si rassegni. Non e’ nella sua natura pensare. Puo’ sopravvivere benissimo anche senza.

      • bungatore

        per ora, non li ho trovati, è vero, ma solo nel suo campo…..limitato…!!
        lei fa quello che può….. e si vede….!!

        • sandra

          Poveretto…

  • sandra

    Pare stia venendo al dunque anche il celebre ” faremo di tutto per difendere l’ euro e credetemi sara’ abbastanza ” pronunciato da Mario Draghi. La mitica LTRO madre di tutta la liquidita’ e di tutto il circolante nell’ Unione Europea parrebbe non essere abbastanza e il credit crunch in Europa sembra estendersi.” All ‘ inno di “Collaterizziamo il collaterale” Draghi si ingegna a inventare l’ inventabile per non far crollare in modo irreversibile l’ intero sistema creditizio continentale. Parole e progetti fantafinanziari che si disperdono nella suicida incoscienza dei fautori dell’ austerity a oltranza.
    Siamo al punto di rimpiangere una sana fiammata inflattiva , di quelle che alleggerivano il portafoglio ma almeno riempivano la borsa della spesa !
    Gia’ , ma nel ragionevolissimo lasso di tempo di diciotto mesi ci attendono istituzioni riformate nuove di zecca !!!
    Una entusiasmante prospettiva che riconcilia i giovani, i disoccupati , i cassintegrati, gli esodati , i poveri , con le loro classi dirigenti, con i politici, con le piu’ alte rappresentanze dello Stato.
    Forse , se Grillo insiste , nonostante il dilettantismo che l’ ha quasi travolto, e’ perche’ un po’ di fiuto gli e’ rimasto, e ha intuito che le patate arroventate stanno cominciando a uscire dal forno e non aspetteranno certo i fatidici diciotto mesi per rosolarsi a puntino . La brace cova sotto la cenere , e al primo vero soffio di vento…

    • bungatore

      ma come la fa lunga…………..!!
      vea zo da la pianta..che se rump el broch……….!!

      • sandra

        … e se el se rump , el te scavisa la testa , bungatore. ( noblesse oblige ).

        • bungatore

          il suo peso è come una piuma…..tutto compreso………nessun pericolo………..!!!!

          • sandra

            Nessuna speranza.E’ solo da mandare al macero.

  • sandra

    Un vegetale…

  • Detto e fatto.Roberto Fico,napoletano,classe 1974, laureato in Scienze delle comunicazioni, uomo del M5S,è il nuovo presidente della Vigilanza RAI.Eletto con 29 voti (su 37 votanti). Ora la tanto vituperata RAI è grillina. Ora il comico-guru provi ad abolire l’Ordine dei giornalisti (come lo invita a fare anche Vittorio Feltriin quanto “residuo feudale”). Prepariamoci a vederne delle belle.

  • danilo

    Brutta,bruttissima storia , quella del ventesimo calo consecutivo della produzione industriale in Italia, unita alla recessione galoppante che ormai sta sfondando record su record, unita alla sempre più forte disaffezione del corpo elettorale. Dove vogliamo arrivare ? NO.La domanda giusta è : fin dove possiamo arrivare mantenenendo intatto un involucro di almeno apparente ordine sociale ? Altro che Turchia, altro che Grillomao, altro che Fico presidente di vigilanza Rai.
    Stanno crescendo, per ora ancora in embrione, situazioni che tra qualche decina d’anni saranno studiate sui libri di storia.
    Ma come sempre l’italica scimmietta, alle prese con Grillomao, non vede,non sente e non parla.