Commenta

Treni, altro tavolo senza pendolari 'Rappresentati solo da un assessore'

pend

Pendolari ancora molto amareggiati dopo l’incontro di lunedì mattina a Milano in cui la proposta di una linea veloce, basata sulla cancellazione di una fermata a Lodi, è stata liquidata da Rfi e Trenord con un “si guadagnano solo tre minuti”. In programma domani un altro tavolo sulla questione in Comune, a Cremona, ma saranno presenti solo esponenti politici e dell’amministrazione: l’assessore Francesco Zanibelli riferirà proprio dell’incontro di lunedì ai consiglieri comunali. Si tratta di un appuntamento atteso dagli stessi pendolari, che aspettano di sapere cosa uscirà dalla riunione, come spiega Matteo Casoni, referente comitato dei viaggiatori “InOrario”. “Innanzitutto siamo rimasti stupiti del tipo di convocazione a Milano – sottolinea Casoni -, i pendolari sono stati tagliati fuori. Avremmo potuto dimostrare che il risparmio non è solo di tre minuti. Secondo noi era fattibile un guadagno di 8-10 minuti. Non abbiamo ancora ricevuto traccia di quello che è stato detto durante quell’incontro. Attendiamo un documento ma non ci diamo per vinti. Valuteremo le cose in modo approfondito”. E aggiunge: “Vorremmo un supporto politico più forte: non abbiamo nulla contro Zanibelli, ma alla riunione di Milano c’erano fra gli altri i sindaci di Codogno, Casalpusterlengo, un esponente della Prefettura di Lodi. Per Cremona è andato un semplice assessore”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti