Un commento

'Si torni alle vecchie linee': il sindacato Usb incontra il sindaco

pensilina-bus-evid

Il sindaco Oreste Perri incontrerà dopodomani, giovedì, il sindacato Usb che sta raccogliendo le firme per ripristinare le linee urbane dei bus, così come erano prima della riorganizzazione varata da Km e Comune. All’iniziativa del sindacato hanno aderito anche il Movimento Cinque Stelle e alcuni esponenti del Pd. Una riorganizzazione partita appena ieri ma che sta andando incontro ad un mare di polemiche, soprattutto da parte dei residenti delle periferie. L’idea della petizione è venuta al sindacalista di Usb Yuri Brocchieri, che in un paio di sabati ha raccolto 400 firme. Altri moduli sono ancora in distribuzione nei quartieri e quindi le richieste aumenteranno.

Richieste che vanno dalla  risoluzione del problema delle linee troncate; ripristino delle  vecchie denominazioni (i numeri sono stati sostituiti con lettere), attivazione di  una seria campagna di controllo sui portoghesi, argine possibile contro l’aumento delle tariffe.

Brocchieri ha chiesto espressamente di incontrare il sindaco: ‘Detiene il 51% dell’azienda dei trasporti (tramite Aem Spa, ndr), è da lui che è doveroso ottenere delle risposte’. Per il sindaco, un’altra patata bollente, una scelta impopolare in quanto disturba le abitudini consolidate, a pochi mesi dalle elezioni.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giulia

    Al posto che fare prima i danni, e poi cercare di metterci le toppe, basterebbe fare i lavori come si deve…
    Perchè hanno rivoluzionato tutto, senza neppure chiedere un parere alla gente, hanno detto di aver mandato dei volantini nelle case quando NON è assolutamente vero, oppure li hanno mandati a tutti tranne che a me (che comunque, sono una di quelle persone interessate al servizio).
    Caspita! Io ho sempre usufruito delle radiali, e ho sempre pagato il biglietto, o l’abbonamento (quando andavo a scuola), ho sempre rispettato non sono una di quelle persone che sale, fa casino o scarabocchia o rompe i sedili… Quindi, mi sembra giusto che come a me, anche ad altri andava chiesto un parere! Visto che questo servizio, lo usano anziani per farsi una passeggiata, donne per fare commissioni, gente che lavora, o ragazzi che vanno a scuola… Specialmente per gli anziani, non mi sembra giusto rivoluzionare tutto già si fa fatica a capire alcune cose così, figuriamoci con le lettere al posto che i numeri, nuove tratte orari, e poi dalle 18 alle 20 bisogna prenotare!! Ma scherziamo!? C’è gente che alle 18 è ancora a lavorare e ne ha bisogno, e magari non sanno neppure come si fa visti i volantini fantasma… Prima di fare dei cambiamenti bisognerebbe pensarci su… Stavolta concordo con il M5S, anche se in genere si lamentano di qualunque cosa.. Credo che stavolta non abbiano cosi torto…