Commenta

Laboratorio e Slapstick sabato al Ponchielli per la rassegna Danza

laboratorio

foto Sessa

Due sono le scuole di danza protagoniste sabato 15 giugno della rassegna di Danza al Ponchielli. La prima ad esibirsi sarà Il Laboratorio di Marianna Bufano e Monica Servalli, a seguire Danzarea Slapstick di Monica Farnè.

sabato 15 giugno, ore 20.30

IL LABORATORIO

di Marianna Bufano e Chiara Servalli

CON QUEL CHE C’È

coreografia Marianna Bufano e Chiara Servalli

segreteria e organizzazione Stefana Mancini

oggetti di scena Emmaus Piadena, Cremona Pallet Srl, Floriana Giglio, Alessia Bonali

musiche di Giorgio Gaber, Antonella Ruggiero, George Moustaki, Suzanne Vega, P.I. Tchaikovsky, Cat  Stevens, Lali Puna, Missy Elliott, Gwen Stefani, Ja Rule, Lim Giong, June Miyake, Stormy Six, Aphex Twin, Lana del Rey, Four Tet, Tin hat trio, Chateau flight, Charlotte Martin, Boards of Canada, Ochre, Apparat & Ellen Allien, Patti Smith

Dentro il corpo e la testa, nella stanza di danza, nel mondo, nella città e negli armadi, abbiamo a disposizione tante cose che spesso non vediamo e accumuliamo o che diamo per scontate. Noi abbiamo provato a dar loro un peso e un significato diverso, ci abbiamo visto la bellezza. Abbiamo lavorato con quello che di semplice c’è nella nostra mente, nel (e con il) nostro corpo: la fantasia, l’ombra, il ritmo. Abbiamo aperto armadi, scatoloni, cantine e magazzini. Non abbiamo comprato un gran che, ma riciclato quello che avevamo a disposizione, quello che gli altri scartavano, quello ci hanno regalato…quel che c’è!

sabato 15 giugno, ore 21.30

DANZAREA SLAPSTICK

di Monica Farné

CHISSA’ DOVE TE NE VAI

BAROCOCÒ

CORSO DI AVVIO ALLA DANZA a cura di Monica Farnè

musica Silvia Manca

Imparare a danzare significa per i bambini essere impegnati in nuove scoperte del corpo e della persona e vivere un’esperienza gioiosa e giocosa con il massimo della libertà espressiva attraverso l’esplorazione delle infinite forme del movimento. Stimolando la creatività abbiamo inventato insieme passi, atteggiamenti, movimenti che si sviluppano in divenire. Ho lavorato con i bimbi per la messa in forma e non per la forma, per stimolare l’intenzione e l’invenzione mettendoli nella condizione di creare, di saper reperire e sviluppare idee attraverso il movimento.

Qualità del movimento, orientamento nello spazio, ritmo, suono, espressività sono gli elementi con cui il corso di avvio alla Danza per bambini dai 4 ai 6 anni presenterà il suo percorso.

VARIAZIONI

CORSO PROPEDEUTICA ALLA DANZA a cura di Monica Farnè

musica Johann Sebastian Bach (Variazioni Goldberg)

Per le bimbe più grandi (6/8 anni) un piccolo viaggio alla scoperta del grande Bach, un’occasione per cimentarsi con

una struttura ritmica complessa e affascinante.

NON INSEGNATE AI BAMBINI

CORSO DI AVVIO ALLA DANZA e PROPEDEUTICA ALLA DANZA a cura di Monica Farnè

musica e testo di Giorgio Gaber e Sandro Luporini

Un omaggio al grande Giorgio Gaber con un brano poetico e intenso, i cui versi “tentano di descrivere l’inadeguatezza dell’uomo di oggi a insegnare alcunchè”. E allora ecco che “con un soffio leggero” i bimbi attraverso il movimento si raccontano e imparano l’uno dall’altro la naturalezza del gesto.

DOVE SEI?

CORSO DANZA CONTEMPORANEA RAGAZZE a cura di Monica Farnè

musica di Johan Sebastian Bach

Per le più grandi un brano estratto dai Concerti Brandeburghesi di Bach in cui il “cercarsi” diventa pretesto alla danza.

QUATTRO

CORSO DANZA CONTEMPORANEA RAGAZZE a cura di Monica Farnè

musica Doktor Rockit

Una struttura complessa dove composizione e scomposizione della simmetria permettono la costruzione del disegno

coreografico.

DOLCENERA

CORSO DANZA CLASSICA a cura di Annagiulia Colace

musiche Fabrizio De Andrè

CHISSÁ DOVE TE NE VAI

CORSO DANZA CONTEMPORANEA ADULTI a cura di Monica Farnè

musiche Max Richter, Gavin Bryars, Trenz Reznor & Atticus Ross, Sakamoto & Willitz

costumi Les Andronettes

luci Barbara Caliendo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti