Commenta

Iniziato in Comune il meeting 'Sport per inclusione scociale'

metteing

Con una breve ma partecipata cerimonia di accoglienza nella Sala dei Quadri di Palazzo Comunale, si è aperto questa mattina il meeting “Lo sport per il benessere collettivo e l’inclusione sociale”. Gli ospiti, italiani e stranieri, sono stati ricevuti dal sindaco Oreste Perri, dal consigliere comunale con delega allo Sport Marcello Ventura, e da Tania Secchi, coordinatrice della Segreteria organizzativa di Cremona Città Europea dello Sport. Erano inoltre presenti Gian Francesco Lupattelli, Hugo Alonso e Eduardo Balekjian, rispettivamente Presidente, Segretario Generale e Vice Segretario Generale di ACES Europe (European Capitals of Sport Association – Associazione delle Capitali Europee dello Sport).

Dopo una breve introduzione di Pierluigi Torresani, incaricato di coordinare i lavori, il Presidente di ACES Europe si è complimentato per le numerose manifestazioni di alto livello che sono state organizzate nella nostra città in questi mesi. Lupattelli ha inoltre rimarcato come Cremona, attraverso una straordinaria sinergia, sia riuscita a tradurre in realtà il vero significato del riconoscimento che le è stato attribuito.

Il Sindaco Oreste Perri, salutando gli ospiti, ha detto: “In questi mesi la nostra città ha ospitato numerose manifestazioni sportive a livello nazionale ed internazionale e anche questo fine settimana si presenta ricco di importanti appuntamenti: il Memorial Giorgio Sozzi, tra judo, boxe e solidarietà, dedicato ad un grande maestro non solo di sport ma anche di vita, un grande educatore; in piazza del Comune si terrà l’European Pepo Cup, calcio a cinque per atleti disabili; quindi il Primo Trofeo Nazionale di Nuoto Baldesio. E’ questo lo straordinario risultato delle caratteristiche di Cremona, dotata di numerosi impianti sportivi, pubblici e privati, a disposizione dei cittadini, della sua capacità di organizzare con efficienza manifestazioni di varie discipline, oltre che della sua capacità di coniugare sport e solidarietà. Sono questi aspetti a rendere Cremona speciale in ambito sportivo, non solo a livello regionale, ma anche nazionale. Altro valore aggiunto è rappresentato dalla grande capacità organizzativa delle associazioni e delle società sportive che, in sinergia con il Comune di Cremona, hanno saputo portare sempre più in alto il nome della città e rendere gli avvenimenti sportivi che vi si svolgono appuntamenti imperdibili e di grande richiamo.”

L’accoglienza nella Sala dei Quadri si è conclusa con l’audizione de “Il Cremonese 1715” di Antonio Stradivari suonato dal maestro Antonio De Lorenzi, che ha eseguito due brani, uno di Pyotr Ilyich Ciajkovskij e l’altro di Giuseppe Verdi (l’ouverture dell’opera I Lombardi alla prima Crociata). Infine un fuori programma, l’inno di Mameli, che i presenti hanno udito per la prima volta eseguito con il violino.

A seguire, i partecipanti si sono trasferiti nella Sala Eventi di SpazioComune, dove si è parlato di sport, scuola e formazione: hanno portato le loro esperienze Daniele Tolomini, che si è soffermato sul progetto “Il Corpo Intelligente”, don Marco D’Agostino, che ha illustrato il Liceo Sportivo “Vida”, e Vittorio Cigoli che ha svolto una relazione su sport ed intervento psicosociale. E’ intervenuto quindi Giovanni Radi, coordinatore del Servizi sportivi dell’Ufficio Scolastico Territoriale. I lavori della mattinata si sono conclusi con l’intervento di Elio Trifari della Fondazione Candido Cannavò e di Maurizio Mondoni dedicato allo sport al femminile tra storia ed evoluzione.

Nel pomeriggio, dopo una tappa alla Canottieri Flora dove si tratterà del progetto multisport da 6 a 11 anni, con l’intervento di Alberto Superti e degli operatori del centro estivo ospitato dalla Società, i partecipanti si trasferiranno alla Canottieri Baldesio. In questa altra storica società rivierasca, tra le 16,30 e le 18,45, Alberto Superti parlerà della funzione sociale e sportiva delle Canottieri a Cremona, spazio quindi alle testimonianze di tecnici dei settori canottaggio e canoa: Susanna Genzini, Giancarlo Romagnoli, Pierangelo Fabris e Gigi Arrigoni. Infine, Renato Bandera (AICS) parlerà del progetto “Un Po di Sport”. La giornata si concluderà con la partecipazione alla cerimonia di apertura dell’European Pepo Cup 2013, trofeo di calcio a 5 per diversamente abili, organizzato dal Pepo Team in programma alle 21 in piazza del Comune.

Sabato 15 giugno, i lavori si terranno nella Saletta Mercanti della Camera di Commercio dove, alle 9,30, porteranno la loro testimonianza i protagonisti dei grandi eventi sportivi di Cremona Città Europea dello Sport: Massimo Ansoldi per la 24 h di Mountain Bike, Michel Solzi per la Maratonina, Massimo Ghezzi per la Triathlon Sprint European Cup, ed Antonio Pegoiani per il Circuito del Porto. Sarà poi la volta di Roberto Ghiretti che tratterà lo sport come bene sociale ed economico. I lavori si concluderanno con una panoramica sulal storia e lo sviluppo dello sport per disabili a Cremona a cura di Gianluca Rossi, Anna Manara del CSI e Goffredo Iachetti dell’UISP.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti