3 Commenti

Stupro di gruppo al Trebbia: parla la vittima, accusati due cremonesi

trebbia

Parola alla vittima, nel processo che si celebra a Piacenza a carico di due cremonesi di 40 e 33 anni accusati di violenza sessuale e violenza sessuale di gruppo. L’episodio risale all’agosto del 2011, quando la giovane, una ventenne, aveva denunciato di essere stata violentata sulle rive del Trebbia. Durante il suo esame davanti al giudice Italo Ghitti, la ragazza ha ripercorso i fatti e confermato le accuse. Il fatto sarebbe avvenuto dopo che un gruppo di giovani del Cremonese aveva raggiunto la zona di Cortebrugnatella per una grigliata.  Alla compagnia si erano aggiunti anche gli imputati che non facevano parte del gruppo, ma frequentavano lo stesso bar e dunque conoscevano la ragazza di vista. Durante la notte la giovane sarebbe stata violentata nella sua tenda. Se ne sarebbe accorta, però, solo la mattina seguente. Successivamente si era fatta visitare in ospedale e poi aveva sporto denuncia. In aula è stata sentita anche la testimonianza della ginecologa della vittima. Per la prossima udienza, aggiornata al prossimo 3 ottobre, ci saranno le conclusioni delle parti e la sentenza. Gli imputati sono difesi dagli avvocati Giovanni Benedini e  Francesco D’Andria, mentre la giovane è parte civile attraverso l’avvocato Cristina Pugnoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giulia

    In questi casi ci sarebbe da tagliarglielo via!!!

  • Cremonese

    Cioè fatemi capire…viene violentata di notte e si accorge la mattina seguente…?
    Ma siamo pazzi?

  • Il Puma

    Sí, e regalarlo a te… come un cervello alla “vittima” della mattina dopo…