8 Commenti

Multata per guida col cellulare: il giudice accoglie il ricorso

auto-tel

Il giudice di pace di Cremona Gaetano Lecce ha accolto il ricorso di una cremonese che era stata multata per l’uso del cellulare durante la guida e ha annullato la sanzione amministrativa di 160 euro e 4 punti dalla patente. L’episodio risale al 27 aprile del 2013, quando l’automobilista stava transitando in corso Garibaldi ad una velocità ridotta. La donna era al cellulare. L’automobilista, però, come ha sottolineato la difesa, rappresentata dal legale Alessandro De Nittis (nella foto a lato), non è stata fermata subito dal vigile, che in quel momento era in servizio di viabilità. La contestazione è stata fatta in differita, e quindi solo successivamente. “La mia cliente”, ha detto il legale, “viaggiava a 20 chilometri all’ora. Poteva essere fermata e in questo modo avrebbe avuto tutte le garanzie per potersi giustificare. Invece si è vista arrivare la sanzione amministrativa a casa”. La difesa ha inoltre contestato l’assenza della delega, visto che nella causa civile il Comune ha conferito la delega di rappresentazione al vice comandante, mentre invece la memoria era a firma del comandante. De Nittis, che nel ricorso davanti al giudice di pace rappresentava una parente, ha infine chiesto ed ottenuto la cancellazione della frase: “per avventura è anche il suo patrocinatore”, contenuta nella memoria dei vigili. Frase che De Nittis ha ritenuto “sconveniente, se non addirittura offensiva, in quanto tale espressione contrasta con l’attività professionale esercitata dallo stesso, non già per avventura, sinonimo di accidentalmente, casualmente, fortuitamente, per caso, ma a seguito di specifiche abilitazioni e nel pieno rispetto dei valori di dignità, probità e decoro impartiti dal codice di deontologia forense”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • giulia

    Invece io l’avrei lasciata! sarebbe servito per monito a tutti quelli che prendono in mano il cellulare nel momento esatto che ingranano la prima e non guardano dove vanno!

    • Ernesto

      Basta trovare l’escamotage e la sanzione non si paga. Le leggi vanno interpretate. E’ lecito quindi guidare usando il cellulare….
      Le solite porcate italiane.

  • Oscar Piacenza

    Nel suo piccolo questo caso è emblematico. Non importa se hai commesso o meno il fatto, importa trovare il cavillo. Mentalità da avvocatura che impera ormai.

  • Giulia

    Siccome non è stata fermata subito, allora la multa le verrà annullata!?
    Che stupidaggine!!! Complimenti a chi sostiene queste cose!!!

  • Paolo

    Io la vedo così: Un vigile (che forse non conosce la legge) ha fatto una multa che non doveva fare e poi un giudice, codice alla mano, ha dato giustamente ragione al multato.

    • Quaqquaraqquà

      Ahahahahahaha una multa che non doveva fare!!! Ahahahah ma che codici hai letto? Guidare mentre si usa il cellulare si può?? Ok allora uno ti accoltella, ma se non viene fermato subito è tutto ok!

      • Talos

        Le violazioni vanno contestate da chi rileva l’infrazione nel momento in cui vengono commesse, a meno che l’agente accertatore è impossibilitato alla contestazione immediata.
        Se non rispettiamo questo principio può capitare, come già segnalato da un altro cittadino, che una pattuglia civetta segnali via radio un’infrazione per mancato allaccio delle cinture di sicurezza al suo collega in divisa posto 50 mt più avanti.

        • Annamaria Menta

          Bello il principio che se non ti vedono mentre stai commettendo l’infrazione non commetti infrazione.
          Grandioso poi che l’automobilista avrebbe potuto essere fermata e, di conseguenza, avrebbe potuto giustificarsi. O è vietato (per le ben note motivazioni) telefonare mentre si è alla guida di un qualsiasi veicolo (dal TIR alla bici) o non è vietato. Hai voluto fare la furbata e ti è andata male? Paga e taci e ringrazia se non hai causato danni a nessuno.
          Ah, notiziona: al cellulare si può anche non rispondere quando si guida o in altre situazioni potenzialmente ‘critiche’…e quando si accosta il veicolo per rispondere si può spegnere il motore, il cellulare ‘prende’ ugualmente….