Commenta

Viceprefetto Giordano in pensione, Prefetto: 'Continui a collaborare'

viceprefetto

Sopra, a sinistra la dott.ssa Giordano ad una conferenza stampa in Prefettura

Il Viceprefetto Vicario, dr.ssa Emilia Giordano, ha rivolto, al momento del suo collocamento a riposo, un breve saluto a tutto il personale della Prefettura ed ai rappresentanti delle istituzioni locali intervenuti.

La dr.ssa Emilia Giordano, assunta nei ruoli dell’Amministrazione dell’Interno nell’ottobre del 1985, ha svolto la sua attività professionale interamente presso la Prefettura di Cremona diventandone una delle “colonne portanti” e, quindi, punto di riferimento fondamentale per il personale dipendente e per le istituzioni esterne.

Nel suo curriculum vitae figurano numerosi e prestigiosi incarichi che segnano una carriera ricchissima di esperienze professionali ed umane di grandissima rilevanza sotto il profilo istituzionale.

La Dr.ssa Giordano, già nel 1995, aveva svolto la propria attività lavorativa in numerosi, rilevanti uffici, come quelli competenti in materia di ordine e sicurezza pubblica e di invalidi civili, nonché in quello di Gabinetto che, come noto, rappresenta il perno di snodo della prefettura.

Successivamente ha avuto responsabilità di carattere dirigenziale curando gli affari attinenti, tra l’altro, alla materia dei contratti, della polizia amministrativa, delle cooperative, dei depositi di oli minerali, delle  certificazioni antimafia e degli invalidi civili.

Di primaria importanza è stato, inoltre, il suo ruolo di coordinamento,  quale Presidente, su delega del Prefetto, della Commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, quello svolto quale dirigente dell’Area II^ (Raccordo enti locali ed elettorale) e, quindi, come Responsabile dell’Ufficio elettorale provinciale e come dirigente dell’Area III (circolazione e depenalizzazione).

Nel corso degli anni ha assunto anche diversi incarichi commissariali, come quello svolto presso il Comune di Genivolta, nel periodo compreso tra il 1992 ed il 1993, nonché quello di Commissario liquidatore del comune di Corte de’ Cortesi ed, ancora, di recente, quello di Commissario straordinario nei comuni di Capergnanica e, di nuovo, in quello di Genivolta.

La dr.ssa Giordano è stata nominata Viceprefetto Vicario Coordinatore fin dal gennaio del 2005 ed, in tale veste, ha seguito le vicende istituzionali più rilevanti di questa Prefettura, durante le quali ha garantito un prezioso quanto irrinunciabile supporto professionale ai Prefetti succedutisi nell’incarico, assumendo, per quattro mesi, anche le stesse funzioni di vertice in assenza del titolare.

Il Prefetto, Tancredi Bruno di Clarafond, ha espresso pubblicamente, anche a nome di tutto il personale dipendente, la propria, profonda gratitudine alla dr.ssa Giordano per aver svolto il proprio incarico con grandissima professionalità ed uno straordinario senso del dovere non disgiunti  da buon senso ed umanità, requisiti, peraltro, riconosciuti anche da tutte le istituzioni esterne che, per le più varie ragioni, hanno avuto modo di conoscerLa.

Il Prefetto, peraltro, facendo affidamento e leva sulle cennate qualità, ha chiesto alla dr.ssa Giordano di continuare a servire l’Amministrazione conservando gli incarichi di rappresentante di questa Prefettura nelle istituzioni e fondazioni in cui la stessa è già presente nonché quello di Commissario straordinario del comune di Genivolta.

La dr.ssa Giordano, visibilmente commossa, dopo aver ringraziato il Prefetto per averLe rivolto parole di elogio, pur desiderosa di dedicarsi finalmente, in modo pieno, al proprio ruolo di madre e nonna, senza esitazioni, com’è nella sua natura, ha comunicato di essere disponibile a collaborare, da esterna, con la Prefettura ben conscia del difficilissimo momento in cui la stessa versa per le gravi carenze di organico confermando così il proprio senso di appartenenza al corpo prefettorale che certamente chiede moltissimo ma può gratificare come pochi altri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti