Commenta

'Nuovo materiale rotabile e più corse' Le promesse di Del Tenno ai pendolari Pd: stanno aspettando Godot?

treni

“Regione Lombardia intende migliorare i collegamenti ferroviari fra Cremona e Milano da una parte introducendo nuovo materiale rotabile, così da aumentare il comfort di viaggio a pari tempi di percorrenza, e rivedendo, dall’altra, le priorità dei servizi oggi esistenti, attraverso un incremento delle corse dirette su Milano (oggi solo ogni 2h) a scapito di corse locali poco utilizzate”. Lo ha detto l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno, rispondendo in Regione a un’interrogazione presentata dal Gruppo regionale del Pd, condivisa dal Movimento 5 stelle. “Un nuovo progetto orario – ha precisato Del Tenno – andrebbe in ogni caso condiviso oltre che con i rappresentanti del territorio, con l’Emilia Romagna che gestisce i collegamenti interregionali tra Milano-Piacenza-Parma-Bologna e con Trenitalia per quanto riguarda i collegamenti AV e di lunga percorrenza”.
E’ l’ennesimo capitolo delle polemiche sulla linea Mantova-Cremona-Milano, oggetto di disservizi, ritardi e polemiche. L’ultima riguardante il tentativo (fallito) di eliminare per due corse al giorno – una all’andata, una al ritorno – la fermata di Lodi per velocizzare la tratta.

NUOVO COLLEGAMENTO MILANO-CREMA

Per quanto riguarda la proposta di nuovo collegamento Milano-Crema, l’assessore Del Tenno ha spiegato che nella prima metà del mese di giugno si è tenuto un incontro con il Comune di Crema “in cui il territorio ha evidenziato la maggiore appetibilità di un servizio diretto, rispetto al prolungamento del servizio suburbano da Treviglio”. “Sono pertanto state avviate -ha detto – le opportune analisi e valutazioni, di carattere sia tecnico che economico, per poter individuare le possibili soluzioni da sottoporre al confronto con il territorio”.

TRENI DIESEL: SOSTITUTI TEMPORANEI

In merito alla presenza di treni diesel sulle linee cremonesi, l’assessore ha spiegato che questa è dovuta esclusivamente al fermo prolungato dei convogli Ale582, temporaneamente sostituiti appunto da convogli diesel Aln668 fino alla risoluzione del problema di manutenzione.

PD: SERVE UN CRONOPROGRAMMA

“Non mettiamo in dubbio la volontà dell’assessore Del Tenno ma riteniamo che il suo intervento in aula sia stato costellato di tante buone intenzioni con tempi di realizzazione indefiniti. Troppa vaghezza domina ancora negli uffici dell’assessorato nonostante si tratti di una situazione che perdura ormai da troppo tempo e che richiede interventi mirati sia in termini di rinnovo del materiale rotabile sia di riorganizzazione della linea stessa”. A dichiararlo è il consigliere regionale del PD Agostino Alloni in merito all’interrogazione, di cui è primo firmatario. “Regione e Trenord lavorino per cronoprogramma – spiega Alloni – mi chiedo perché ad oggi non sia stato ancora stilato e reso noto. La sensazione che abbiamo noi pendolari è quella di chi sta aspettando Godot”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti