Commenta

Circuito Cremona, 95 equipaggi per le prove sugli Appennini

rally

Dopo il vernissage in Piazza del Comune il “Circuito di Cremona – Memorial Mariagrazia Donato” si sposta sugli Appennini. I 95 equipaggi si sfidano in nove prove speciali. Alla partenza mancano sicuri protagonisti. Tiramani-Gnecchi lasciano in parco chiuso la Ford Focus WRC avversata ieri da problemi elettronici, mentre tra le auto storiche problemi al motore escludono Montini-Ognibeni, su Porsche 911, e Capsoni-Zambiasi, su Alpine A110. Miglior sorte tocca all’equipaggio Meggiarin-Ferro: i meccanici del Team Bassano compiono un mezzo miracolo riuscendo a sostituire in pochi minuti la guarnizione della testa sulla Autobianchi a 112 Abarth. Le due ragazze riescono a ripartire.
Giunti sull’Appennino i concorrenti affrontano il primo round di tre prove. Tra le storiche le Porsche monopolizzano i vertici della classifica. Sulla “Vernasca” salgono in cattedra Da Zanche-Belfiore. Sulla “Pellegrino” rispondono Musti-Biglieri, che sembra aver accantonato la strategia attendista annuciata in partenza, mentre sulla “Veronica” rispondono Negri-Zegna, che giungono al riordino in testa. Da Zanche è distaccato di 1 secondo e 1 decimo, Musti di 6,7.
Cortimiglia-Radicchio guidano con autorevolezza il primo raggruppamento, riservato alle auto più anziane, mentre Zumelli-Valmassoi sono prime tra le dame. In bella evidenza i cremonesi Marco e Luciano Morandi. Nel trofeo riservato alle A112 Abarth Antonello e Maurizio Pinzoni comandano con autorevolezza mentre incappa in una giornata sfortunata l’equipaggio Meggiarin-Ferro: la loro vettura si ferma nella terza prova e passano minuti pesanti prima che riesca a rimettersi in moto.
Tra le auto moderne, in lizza per la Coppa Italia, Bossalini-Bracchi fanno valere la potenza della Citroen Xsara WRC, vincendo tutte le speciali. Marchetti-Scalmani fanno valere il feeling con la Peugeot 207 Super2000 e con una condotta generosa li inseguono a poco più di mezzo minuto. Terzi si issano Bavacqua-Berutti , su Skoda Fabia. A ridosso del podio virtuale Benoni-Berisonzi, mentre Destefani- Gentilozzi e Ferrari-Montagna animano una sfida avvincente con le Renault Clio Super1600.
Nel pomeriggio attendono i concorrenti altre 6 prove. La bandiera a scacchi si abbassa in Piazza del Comune, alle 21,30.

SEGUONO AGGIORNAMENTI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti