9 Commenti

La Provincia premia i dirigenti Soltanto una arriva al massimo

provincia-dipendenti

Nella foto di repertorio a sinistra, dipendenti della provincia in assemblea

Ammonta a 136.332 euro la somma delle “retribuzioni di risultato” che la Provincia distribuirà tra i suoi 10 dirigenti. Una cifra complessiva che è inferiore al fondo che era stato accantonato,  – superava i 152mila euro – da ripartire nel caso tutti avessero ottenuto il massimo punteggio possibile. Così non è stato, i punteggi sono stati quasi tutti al 90%, tranne un caso al 75% (Antonello Bonvini)  e un unico 100% (Rinalda Belotti per l’incarico svolto ad interim al settore 31). Incluso nell’elenco, anche se il compenso viene attinto da un diverso fondo, Cristiano Rebecchi, direttore dell’Unità di progetto Paullese, a cui vanno 990,46 euro.

Questi i compensi attribuiti con a fianco la percentuale di erogazione:

 

Le valutazioni si sono basate sulla proposta del Nucleo Indipendente di Valutazione che prevede diversi punteggi a seconda di 4 diversi aspetti dell’attività dirigenziale: risultati individuali, performance d’area, performance organizzativa, comportamenti organizzativi. La somma di questi valori dà il risultato della valutazione complessiva. Questa la tabella finale:

In base al sistema di valutazione da applicarsi all’anno 2012, la percentuale di erogazione della retribuzione di risultato è stata del 100% nel caso di punteggio superiore a 95, del 90% per un punteggio compreso tra 80 e 94, e del 75% per un punteggio compreso tra 65 e 79.

La Provincia ha inoltre deliberato le retribuzioni di risultato per i dipendenti incaricati di posizione organizzativa, sempre per l’anno 2012. La somma che verrà ripartita ammonta a euro 58.179,15.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • pino

    anacronistico…
    poi queste stesse amministrazioni non pagano i lavori alle imprese…..

    • Ernesto

      Basta con i privilegi della politica e basta con le Province !

      • Sofonisba

        Una bella truffa legalizzata ai danni degli onesti e disoccupati cittadini. Togliamo questo assurdo privilegio ai parassiti della politica !

        • Sempronio

          E poi….non ci sono soldi per il sociale e la cultura, vero ?

  • Quaqquaraqquà

    Nel mondo normale, se non raggiungi il 100% dei tuoi obiettivi lavorativi, il datore di lavoro si incazza. Qui invece prendono stipendi che in qualsiasi azienda non ha nemmeno l’Amministratore Delegato, e in più gli danno il premio…ma non tutto, un pochino meno di tutto, solo 11mila euro…. ma questi non sono visti come costi della politica? Questo è un assurdo privilegio che nessuno vuole mai spezzare! Persone che in un’azienda privata sarebbero in grado forse di fare l’usciere, qui sono ricoperti d’oro! E pure premiati! Il premio è lo stipendio, non c’è bisogno di altri regali!

    • pino

      Infatti, li premiano perche’ sono riusciti a fare MENO di quello che dovevano fare.
      Questo è il paradosso dell’italia uno stato incivile e profondamente INGIUSTO

  • la classica vergogna all italiana!!danno premi a chi non raggiunge manco il risultato..e poi mi piacerebbe sapere che fa sta gente..

  • eli

    vergognatevi tutti, chi da e chi prende.
    sanguisughe provinciali spero che vi smantellino tutti al piu presto.
    ladri

    • luca

      l’invida ti fa diventare ancora più brutta…