Un commento

A Cremona un colosso del bike sharing Solo Bicincittà si offre per il servizio

bicincitta

A Cremona sbarca il colosso del bike sharing. E’ scaduto lunedì 15 luglio il termine per la manifestazione di interesse per il servizio di noleggio gratuito di biciclette. E’ pervenuta una sola domanda, quella di Bicincittà, progetto che viene da Torino, a cui partecipano oltre 80 città italiane (da Roma a Bergamo, da Brescia a Casalmaggiore, da Genova a Mantova). Ora si apre la gara vera e propria che, vista la partecipazione di una sola società, non sarà sicuramente lunga. Altre ditte anche fuori dall’Italia (Francia in particolare) si erano interessate telefonicamente al bando, ma poi non hanno presentato domanda.
Il nodo da sciogliere ora è quello delle tariffe. Il consiglio ha approvato quelle massime: 25 euro per l’abbonamento annuale, tariffa oraria con prima mezz’ora gratuita, dalla seconda alla terza mezz’ora 0,80 euro, quarta mezz’ora e successive 2 euro. Sarà Bicincittà a fare l’offerta al ribasso. Sul piatto la gestione e la manutenzione del servizio per una durata massima di dieci anni. Le forme di remunerazione per il gestore: gli introiti delle tariffe, l’esenzione del versamento della tassa di occupazione del suolo pubblico e il ricavato derivante dalla gestione commerciale di 42 impianti pubblicitari sul territorio cittadino (la gara precedente per questa partita è andata deserta).

Come funziona Bicincittà

Attraverso l’utilizzo di una tessera elettronica, il singolo utente può prelevare la bicicletta in qualunque cicloposteggio presente sul territorio e riconsegnarla ovunque trovi un cicloposteggio libero, anche in un luogo diverso da quello di origine.Questo consente una fruizione molto rapida e flessibile: l’utente può adoperare il mezzo solo per il periodo del quale effettivamente necessita, utilizzando la bicicletta in modo analogo all’uso della propria automobile, non inquinando l’aria e contribuendo alla diffusione di una logica di spostamento che, specie nei brevi tragitti, è dimostrato essere più rapida ed efficace (la bicicletta per la mobilità sostenibile) In tal modo, la bicicletta che viene riconsegnata diviene subito disponibile per un altro utente, che potrà spostarsi in città riconsegnandola in qualsiasi colonnina libera: il risultato che otteniamo è di un utilizzo rapido, con potenziale interazione trai i diversi punti della città, con una buona disponibilità di mezzi.

Gestione e monitoraggio

Ogni azione di presa e riconsegna delle biciclette viene trasmessa ad un server che aggiorna in tempo reale la disponibilità effettiva di biciclette sul territorio. Ogni utente viene registrato all’atto del rilascio della tessera inserendo nel sistema le generalità nonché un recapito telefonico. Tale tessera, che può essere disabilitata da remoto ad opera dell’erogatore del servizio, viene normalmente rilasciata a tempo indeterminato. L’interfaccia del sistema ci offre i dati relativi alle transazioni degli utenti, visualizziamo una panoramica generale, possiamo analizzare i flussi di spostamento e realizzare statistiche sull’utilizzo del sistema. Questi dati diventano per il pianificatore gli indicatori per valutare il reale utilizzo del sistema, consentono di compiere scelte sull’ampliamento del servizio piuttosto che sull’opportunità di predisporre una campagna di comunicazione mirata.

Il sistema di telediagnosi

Bicincittà è dotato di un sistema di telediagnosi che consente di conoscere in ogni momento lo stato dei cicloposteggi. Laddove una unità risulti in avaria, un sistema di sblocco da remoto consente di riportare in piena efficienza sia il singolo cicloposteggio, sia l’intera stazione di distribuzione. L’utilità della telediagnosi e di risoluzione dei problemi da remoto consente di garantire uno stato di piena efficienza del servizio, indispensabile per fornire un servizio di qualità alla cittadinanza.

L’allestimento personalizzato
Le biciclette, i cicloposteggi i pannelli di presidio e le card elettroniche vengono personalizzati calzando l’intervento sull’immagine coordinata della committenza, al fine di poter realizzare un intervento che vada ad esprimere in termini di comunicazione visiva una precisa volontà di miglioramento dell’ambiente urbano.

Uno specchietto di alcune città in cui è attivo Bicincittà con tariffe

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • kunta

    bellissima iniziativa. complimenti e speriamo sia un successo.