2 Commenti

Giornata Mondiale della Gioventù, 4mila ragazzi al Santuario di Caravaggio Collegamenti con il Brasile

caravag-evidenza

Foto: diocesidicremona.it

Circa 4mila i ragazzi che tra sabato e domenica si sono radunati nei giardini del Santuario di S. Maria della Fonte, a Caravaggio (provincia di Bergamo ma diocesi di Cremona), per l’incontro regionale organizzato in concomitanza con gli eventi conclusivi della Giornata Mondiale della Gioventù. Si sono alternati momenti di preghiera e riflessione, esibizioni artistiche, musicali, di danza e di teatro. Un’ottantina i volontari per l’evento, a cui hanno partecipato gruppi delle diocesi di Bergamo, Brescia, Crema, Cremona, Lodi, Mantova, Milano, Pavia e Vigevano. Quattro i vescovi presenti: Francesco Beschi (Bergamo), mons. Roberto Busti (Mantova), mons. Oscar Cantoni (Crema) e mons. Claudio Baggini (emerito di Vigevano). Attraverso Tv2000, collegamento con il lungomare di Copacabana per seguire Papa Francesco. E’ stato realizzato anche un collegamento telefonico con i pellegrini arrivati a Rio de Janeiro dal territorio cremonese e in particolare con don Paolo Arienti che, come riporta il sito della diocesi, ha spiegato: “Siamo stati colpiti dalle parole del Papa alla Via Crucis, ha chiesto ai giovani da che parte vogliono stare”. Parte della veglia è stata seguita in diretta attraverso il portale diocesano dal vescovo di Cremona, mons. Dante Lafranconi, a Rio. Nella mattinata di domenica, la messa conclusiva presieduta dal cardinale Angelo Scola, arcivescovo di Milano e metropolita di Lombardia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • sandeman

    Una volta tanto che ci sono giovani sani e desiderosi di bene…nessuno lascia un commento!!! Ci provo io: in mezzo alle tante tristezze di cui siamo spettatori finalmente una boccata di spiritualità, bellezza e un sano stare insieme. Ci voleva proprio. Bravi ragazzi e bravi coloro che hanno preparato il tutto: organizzatori, sacerdoti, vescovi…

  • padre Alberto Rovelli

    Non sono un fanatico di Santuari, ma quando posso vado a riposarmi un po’ ai piedi di Maria … facevo questo anche in Mali andando a Kita al Santuario de Notre Dame de Kita … e là durante la notte di veglia si confessava molto, come è stato sabato a Caravaggio.
    Non ho avuto nemmeo una crisi di sonno …
    Ho pregato molto per voi giovani e per noi adulti responsabili politici e culturali affinchè sappiamo diffondere ideali veri capaci di fare di voi stessi un dono al Signore e ai fratelli e sorelle.
    Ciao p. Alberto