Commenta

Rette scuole infanzia, si riunisce il Cda dell'Azienda per copertura finanziaria

materna

Il capitolo sulle rette nelle scuole dell’infanzia comunali potrebbe chiudersi mercoledì 7 agosto. In programma alle 17.30 il Cda dell’Azienda Sociale del Cremonese che, avendo ricevuto importanti fondi dalla Regione, dovrebbe sbloccare i finanziamenti per coprire il ritiro delle tariffe, prima deliberate e poi sospese dalla Giunta Perri dopo raccolta firme e proteste di genitori e nonni. “I Sindaci dell’Azienda – si leggeva nella determina di sospensione delle rette (che non aveva l’ok del ragioniere capo) – sono orientati a deliberare l’assegnazione al Comune di Cremona di circa 50/60.000 euro a sostegno delle politiche e servizi per l’infanzia”. Dal Cda è atteso il sì definitivo a tutta l’operazione che prevede anche l’utilizzo di un finanziamento di 35mila euro a favore di vouchers destinati ai frequentanti dei servizi per la prima infanzia.
Attendono, dunque, i genitori che devono perfezionare l’iscrizione dei bambini alle scuole per l’infanzia comunali entro il 14 agosto (versando 50 euro come quota di acconto per i pasti), come comunicato dal Comune in una lettera a loro indirizzata. La certezza della copertura finanziaria, dunque, sarà garanzia per le materne, non per gli asili nido – i più colpiti – dove gli aumenti delle tariffe (da 200 a 600 euro) non sono stati ritirati. Sarà lì, molto probabilmente, che avverrà il maggior numero di “abbandoni scolastici”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti