Un commento

Il Pd: "Bene agevolazioni sosta residenti, ma il Comune pubblichi studio su mobilità"

PARCHEGGI-EVID

Viale Trento e Trieste e via Ala Ponzone, dove ancora non esiste sosta agevolata per i residenti

Che fine ha fatto lo studio della Lem Reply sui flussi i traffico in città, che era servito per la stesura della gara di affidamento del trasporto pubblico? Perchè quei risultati non sono  mai stati divulgati dal Comune e non lo sono nemmeno ora che sta entrando nella fase finale il Piano per la Mobilità e la Sosta? Lo chiedono le consigliere del Pd Maura Ruggeri e Alessia Manfredini dopo la pubblicazione della notizia che il Comune prenderà in considerazione la richiesta dei residenti in alcune aree del centro storico di applicare la tariffa agevolata per la sosta nelle aree blu, di 0,50 euro al giorno. Senza risposta da circa due anni a questa parte, le consigliere hanno nel frattempo fatto accesso agli atti per avere copia del documento “Mai  pubblicato né reso noto ai consiglieri – affermano le consigliere – Non si sa nulla sul suo contenuto e soprattutto non è dato a sapere il costo della consulenza per l’amministrazione comunale e per l’Aem”

“L’avevamo già detto qualche mese fa – aggiungono ancora –  in occasione dell’invasione delle strisce blu a pagamento in città, che occorreva ristabilire un giusto equilibrio tra parcheggi per residenti, parcheggi a rotazione e parcheggi liberi e ripristinare eque condizioni per i residenti. Visto che non siamo state ascoltate, dopo la pausa estiva invitiamo l’Assessore Zanibelli a presentare contestualmente al nuovo piano della sosta e della mobilità dei correttivi per i residenti e per gli utenti della stazione ferroviaria. Infatti attualmente, per esempio, i residenti di viale Trento Trieste usufruiscono di un trattamento diversificato rispetto agli altri residenti del centro storico. La loro via, pur appartenendo alla cosiddetta ZPRU (zona di particolare rilevanza urbanistica) normata dal piano della sosta non prevede il diritto alla tariffa agevolata. Creando, di fatto, dei residenti di serie A e di serie B.

“Inoltre per gli utenti della stazione ferroviaria, è assurdo che non sia prevista la possibilità per una sosta breve e gratuita di fronte all’edificio Poste.

“Ci auguriamo – concludono Manfredini e Ruggeri – che dopo le dichiarazioni dell’Assessore Bordi sulla riduzione delle auto in centro, e dell’Assessore Zanibelli sulla riduzione dei permessi, si passi davvero dalle parole ai fatti.”

@RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Annamaria Menta

    In attesa di conoscere i dati dello studio della Lem Reply, che non riguarda solo i flussi di traffico, sarebbe interessante sapere anche come mai si è arrivati fino ad oggi senza tariffe agevolate per i residenti. Non sarà mica che Saba non è d’accordo (cioè i termini del contratto li ha decisi Saba), dato che i posti ‘blu non agevolabili’ sono tutti suoi?