Commenta

Cremonesi dal Papa, al Vescovo: 'Non mangi troppo torrone'

papa-ev

AGGIORNAMENTO – A Roma gli oltre 400 cremonesi partiti per il pellegrinaggio. In mattinata il momento più atteso in piazza San Pietro. Alle 10,30, infatti, l’udienza generale con Papa Francesco. Al termine, il vescovo Dante Lafranconi ha portato personalmente il saluto della Chiesa cremonese. Nell’occasione Lafranconi ha confermato l’adesione della Diocesi all’impegno promosso dal Santo Padre per la pace in Siria e nel Medio Oriente. “Non mangi troppo torrone”, ha scherzato il pontefice al momento del congedo. Una nota, Cremona è stata l’unica provincia a non essere citata da papa Francesco al momento dei saluti. Crema e Lodi, sì, ma la diocesi del Torrazzo non è stata menzionata. “Forse un errore a Roma”, ha fatto sapere l’ufficio stampa della Diocesi. Nel pomeriggio pellegrini in visita a S. Maria Maggiore per l’Eucaristia.

LA PRIMA FASE DEL PELLEGRINAGGIO

Nella mattinata di lunedì una parte dei del gruppo cremonese, composto da circa 150 persone, è giunto ad Assisi, dove ha visitato i luoghi più significativi e dove ha partecipato, nella cappella di Santa Caterina della Basilica inferiore, alla messa votiva di San Francesco celebrata da Lafranconi.

Martedì mattina l’arrivo a Roma, dove i pellegrini giunti da Assisi si sono uniti al gruppo di altri 250 cremonesi che ha scelto un itinerario diverso. Quindi le visite alla basilica di san Paolo Fuori le Mura e alle catacombe di Domitilla. Qui, Eucaristia del vescovo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti