Commenta

Tribunale: manca poco alla fusione, il sindaco Bonaldi: "Spazi ci sono"

pizzetti-accorpamento-ok

Incontro questa mattina a palazzo di giustizia tra il presidente del tribunale Ines Marini, il presidente della sezione penale Pio Massa e una delegazione di sindaci del cremasco accompagnati dal parlamentare Pd Luciano Pizzetti. Con loro il sindaco di Crema Stefania Bonaldi e una rappresentanza degli avvocati cremaschi, tra cui il presidente dell’Ordine degli avvocati Ermete Aiello. Tema: l’accorpamento del tribunale di Crema a quello di Cremona, dopo il no alla proroga di chiusura di Crema. Tutto, a Cremona, come e stato illustrato dalla presidente Marini, è pronto ad accogliere il personale che arriverà da Crema. “Gli spazi ci sono”, ha detto il sindaco Bonaldi, che ha fatto sapere che la presidente ha promesso che cercherà di andare incontro per quanto possibile alle esigenze di tutti. Del canto suo, Pizzetti ha sottolineato l’efficienza del tribunale di Cremona e la professionalità dei presidenti Marini e Massa. “Hanno dimostrato che lo Stato può essere una cosa seria”. Sul progetto Digit illustrato nei mesi scorsi dal giudice Pierpaolo Beluzzi pensato per alleviare i disagi dell’accorpamento, la Bonaldi ha detto: “Si tratta di un progetto sul quale si sta lavorando. Si aspettava questa scadenza, l’impegno di tutti ora è di sposare il progetto sperando che parta al più presto. Non molla, invece, il presidente dell’Ordine degli avvocati di Crema Aiello, che ha promesso: “Inventeremo qualche altra iniziativa. Diversamente da altri tribunali che hanno ottenuto la proroga, infatti, per il tribunale di Crema purtroppo non è stato così. Ma noi ancora non ci arrendiamo”. Intanto, però, la scadenza del 13 settembre si avvicina a grandi passi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti