Commenta

Anche i disoccupati over 45 fanno tirocinio: il progetto 'Lavoro subito' 200mila euro della Cariplo

disoccupati

Anche uomini e donne over 45 disoccupati faranno il tirocinio. E’ questo il principale intervento inserito nel progetto ‘Promuovere l’occupazione mediante tirocini di inserimento/reinserimento lavorativo’, presentato nella giornata di giovedì in Provincia. L’iniziativa coinvolge Provincia di Cremona, Comuni di Cremona, Crema e Casalmaggiore, Camera di Commercio e sindacati, Cgil, Cisl e Uil. E’ finanziata interamente da Fondazione Cariplo attraverso il contributo di 200 mila euro e fa parte di un fondo più ampio di solidarietà attivo dal 2009 (‘Lavoro subito’).
In sostanza vengono messi a disposizione 154mila euro per il finanziamento di un percorso di inserimento lavorativo delle persone con più di 45 anni d’età, inoccupate o disoccupate (anche in mobilità), attraverso l’effettuazione di un tirocinio. I cosiddetti ‘esclusi’ dal mercato del lavoro sono i destinatari del progetto in prima battuta (dall’8 ottobre all’8 gennaio). C’è una seconda fase dell’iniziativa (dall’8 gennaio) che, sulla base di una verifica delle risorse disponibile, potrà rivolgersi anche a giovani inoccupati o disoccupati under 34. Il tirocinio ha durata da 1 mese a 3 mesi (deve essere concluso entro il 31 dicembre 2014). L’indennità di partecipazione (riconosciuta in toto dalla Provincia che si accolla anche la formazione sulla sicurezza) è pari ad un massimo di mille euro al mese per gli over 45 e di 700 euro al mese per gli under 34. Oneri assicurativi e contributi a carico dell’azienda ospitante. Previa sottoscrizione da parte di Provincia, azienda e tirocinante di una apposita convenzione. Dei 200 mila euro messi da Fondazione Cariplo, poi, 46 mila euro vanno nel servizio di tutorato, ovvero l’accompagnamento da parte di una figura esterna del tirocinante e dell’azienda ospitante, e 30 mila all’azione dell’Informagiovani che si occupa di consulenza personalizzata, di valorizzazione della rete di contatti, di comunicazione.
“Il fondo – ha spiegato il presidente della Provincia Massimiliano Salini – è frutto di un dialogo quotidiano tra le diverse realtà e di un’analisi del territorio, a cui è seguita una risposta concreta e puntuale. E’ segno che la Provincia mette risorse non nei convegni, ma a disposizione del mercato del lavoro locale”.
“Questa iniziativa – ha proseguito il sindaco Oreste Perri – è una delle soluzioni affinché l’economia cremonese ricominci a correre”. “Due anni avevamo preso un impegno – ha dichiarato Renzo Rebecchi della Fondazione Comunitaria – Ecco perché abbiamo finanziato questa iniziativa a favore del mondo del lavoro, sui generis rispetto ai tradizionali progetti di Fondazione Cariplo. Da sempre abbiamo un occhio attento al territorio e ci piace il fatto che con il fondo si riesca ad intercettare anche i cosiddetti ‘espulsi’ del mercato del lavoro”.
“Il tirocinio è uno strumento che dà risultati incoraggianti – ha spiegato l’assessore all’Istruzione della Provincia Paola Orini – Sono già molte le richieste pervenute ai centri per l’impirgo di over 45 interessati ai tirocini per reinserirsi nel mondo del lavoro”.
“L’Informagiovani – ha detto Jane Alquati, assessore alle Politiche Educative del Comune di Cremona – ha ormai una consulenza orientativa non più solo a un’utenza giovane, fino ai 35 anni. Nell’ambito del progetto ‘Lavoro subito’ ci occuperemo di consulenza personalizzata, di comunicazione, attraverso video tutorial per stilare un curriculum o affrontare un colloquio, di social network”.
“Un protocollo importante – hanno concluso i rappresentanti sindacali – che continua un percorso già avviato. Significa che le nostre proposte erano giuste, che la crisi va affrontata cercando sinergie sul territorio. Per superare le difficoltà, non servono solo ammortizzatori sociali, ma politiche attive per agevolare il reinserimento nel mercato del lavoro”.

Il fondo di solidarietà, dal 26 marzo 2009 al 12 settembre 2013, ha assegnaro un milione 460mila euro di risorse destinate a 923 persone, 115 Comuni e 33 cooperative sociali di tipo B.

Dall’8 ottobre documentazione disponibile sul sito della Provincia di Cremona. Informazioni nei Centri per l’impiego, nei patronati, all’Informagiovani di Cremona.

I COMPONENTI DEL TAVOLO DEL TAVOLO DI COORDINAMENTO DEL FONDO SOLIDARIETA’

Provincia di Cremona
Camera di Commercio di Cremona
Cgil
Cisl
Uil

I FINANZIATORI DEL FONDO

Provincia di Cremona
Camera di Commercio di Cremona
Comune di Cremona
Comune di Crema
Comune di Casalmaggiore
Consigliera provinciale di parità
Fondazione Comunitaria della provincia di Cremona
Banca Cremonese di Credito Cooperativo
Banca Cremasca di Credito Cooperativo
Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo
Credito Cooperativo dell’Adda e del Cremasco – Cassa Rurale
Banca di Credito Cooperativo di Dovera e Postino
Cassa Rurale e Artigiana di Rivarolo Mantovano
Banco Popolare soc. coop
Tamoil Italia Spa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti