57 Commenti

Fango e insulti, irruzione al 'Violino' Denunciato giovane dei centri sociali Il titolare ha rincorso e bloccato un 25enne cremonese

carb

Blitz di sei incappucciati al grido ‘Ricchi di m…’ al ristorante ‘Il Violino’ di via Sicardo. I dettagli di quanto accaduto sono stati forniti nel corso di una conferenza stampa dei carabinieri. Nella serata di mercoledì, intorno alle 21.30, sei persone con il volto coperto si sono introdotte nel locale a due passi dal Duomo, gridando ingiurie e lanciando secchiate di vernice e composto di terra all’interno del locale e addosso ai quattordici clienti che erano lì per mangiare. All’inizio, l’azione dei sei era sembrata a titolare, clienti e personale una rapina. Ben presto, però, si è capita la natura del gesto.
Durante il blitz, uno dei malviventi è scivolato ed è rimasto indietro rispetto agli altri che, nel frattempo, si erano già dati alla fuga. Il titolare del ‘Violino’, Luca Babbini, e alcuni camerieri hanno rincorso gli incappucciati anche fuori dal locale, nelle vie limitrofe. Babbini è riuscito a fermare il giovane che era scivolato. Il malvivente, quando si è sentito preso, gli ha sferrato un pugno, procurando al proprietario del ristorante una ferita lieve. Nel frattempo, sono stati avvertiti i carabinieri che sono subiti accorsi sul posto. Il giovane preso, un 25enne cremonese con precedenti per droga, è stato denunciato per imbrattamento, danneggiamento in concorso e lesioni personali. Non ha fornito indicazioni e spiegazioni, ma è riconducibile all’area anarchica dei centri sociali. Il titolare del ‘Violino’ è andato in ospedale per farsi medicare e alla caserma dei carabinieri per sporgere denuncia.
I sei autori del gesto hanno lasciato nel locale dei volantini di rivendicazione che recitano: “Tra il 10 e il 30 settembre i detenuti in lotta hanno indetto delle mobilitazioni di protesta contro il sistema carcere all’interno delle patrie galere. Questo è il nostro modo complice e solidale per attaccare la società carceraria in cui esistiamo ma non respiriamo! Da una parte i ricchi che mangiano e ingrassano a dismisura, dall’altra segregati di stato che combattono anche attraverso lo sciopero della fame e del carrello in alcune carceri e anche in quella di Cremona. Sappiamo da che parte stare. Dietro quella barricata ci siamo tutte e tutti, oppressi dentro le gabbie e sfruttati all’interno di questo mondo invivibile”. Gli altri cinque responsabili dell’irruzione al ‘Violino’ sono in fase di identificazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Paolo

    Che si dichiari anche lui (come gia’ i suoi eroici predecessori) “prigioniero politico”?

  • bingo bongo

    no è solo prigioniero di una mente disturbata . Un cretino e basta!!

  • luca

    i monelli che sono andati a compiere la loro birichinata al violino non sono altro che degli invidiosi e rancorosi che sono costretti a stare in disparte mentre gli altri frequentano certi locali.
    d’altronde mi è capitato di frequentare il suddetto ristorante e notavo gli sguardi di invidia di certi personaggi ma, d’altronde se si guardano le loro donzelle si capisce che queste escono con loro perchè non possono trovare di meglio.
    ma finito il clamore questi e i loro amichetti continueranno la loro squallida esistenza.

    • gianni

      Ma che fine disamina! Come se tutti non ambissero che ad andare a mangiare al Violino!!! Tra l’altro io ci sono stato e sono uscito con la fame!!!

    • Oscar

      Io a stessa cifra la do ai mendicanti tutti i mesi dell’anno.

    • Trottalemme

      Sembrano le tesi di Berlusconi… Gli ‘invidiosi e rancorosi’ comunisti… che vanno con le racchie… Invidiosi di che? Di andare a mangiare al violino? Stai aggrappato alla seggiola, amico, che se continua così non ci sarà più nenache una trattoria per andare a mangiare coi tuoi ‘invidiabili’ amichetti…

      • juno

        Invece se andiamo dietro agli amici di trottalemme mangeremo solo il fango dei loro secchi.

  • antonio

    in galleria 25 aprile c’è un locale frequentato anche da queste persone quando sono depresso ci passo a guardali giusto per tirarmi su di morale.
    basta vedere quante fanciulle bene educate sono sedute con i piedi sulla seggiola (al violino non ne vedi nessuna..)

    • Diego Galli

      frequento costantemente il locale di facinorosi al quale ti riferisci, dillo quel nome, si chiama Cioccolateria ti aiuto.
      Lo frequento e ti assicuro che non metto piedi sulle sedie, non vado in giro a imbrattare muri, non entrerei mai al Violino col volto coperto ad insultare chi lavora e i clienti, spargendo fango o merda sui muri e sui pavimenti, perchè CREDO fermamente nel rispetto altrui. Credo inoltre che il rispetto sia la prerogativa principale di una persona civile ma soprattutto credo sia uno degli indici che definiscono una persona di sinistra. Chi non si comporta così a mio avviso NON è di sinistra, perchè la prevaricazione è di destra. Chi si comporta in modo meschino non trova terreno fertile tra i clienti della Cioccolateria.
      Quindi ti propongo due soluzioni:
      1- fatti un giro in Cioccolateria e PARLACI con le persone senza tirare merda (seppur figurata) addosso a gente che non conosci, anche se dubito ti ricrederesti…
      2- Deprimiti riflettendo sulle tue considerazioni, molto molto superficiali e di bassissima qualità, non hai nemmeno bisogno di uscire di casa e passare sotto la galleria per farlo. E’ un bel risparmio di tempo…

      • Alessandro

        Da dove sono partiti i decelebrati che hanno lanciato merda umana contro il gazebo della Lega? Ci sei o ci fai?

        • Roberto

          Ah bravo….ma quel bel ciccetto di Borghezio non è roba tua?

      • agnostico

        Guarda che la Cioccolateria non è la tua parrocchia.

        Hai mai letto la Repubblica di Platone? Guarda che il rispetto non si colloca per sua natura nell’applicazione indiscriminata. Secondo la tua tesi i partigiano dovrebbero essere di destra? Così avvalli il gioco del nemico e ti giustifichi dal prendere posizione: bravo, hai detto bene, come la sinistra dopo Berlinguer.

        Generalizzare una tua miopia moralistica applicandola alla clientela di un locale è un’operazione banale e arrogante.

        C’è chi decide di ribaltare il sistema e chi di riformalo, non è poi così difficile da capire.

  • max

    Perché non mettono nome e cognome di questo coglione? sono i soliti comunistelli a creare scompiglio a imbrattare e rompere le cosa altrui. I centri sociali devono essere chiusi e devono istituire una legge per poter difendere con tutti i mezzi la proprietà privata…poi vediamo se ci provano ancora a fare i furbi!

  • Paolo

    Basterebbe applicare il codice penale in vigore nella Germania… dell’Est ed in tutti i paesi dellex “blocco komunista” fino alla caduta del muro…ed i metodi “politacally correct” della medesima polizia………….

  • Trottalemme

    Nei commenti, davvero un bel quadretto della Cremona perbenista, piccolo borghese, meschina, aggrappata pateticamente alla “proprietà privata”… Che pena! Ma avete mai letto qualcosa delle avanguardie inizio Novecento, del Situazionismo degli anni ’50, di Culture Jamming? Debord, Breton, Tzara… vi dicono qualcosa? O vi commuovete solo alle paroline tenere di Papa Francesco…?!
    Che grave reato avrebbero commesso i cinque dei centri sociali a spargere provocatoriamente del fango in un ristorante ‘in’ della città?
    Leggete qualche libro in più, usate il cervello, osservate quello che accade (anche a Cremona) tutti i giorni…
    Questo mondo è finito,il vostro mondo, quello che sareste disposti a difendere con l’esercito nelle strade, è FINITO! Siamo al default completo. Il capitalismo è al suo inesorabile Armageddon… Avete paura che vi portino via i vostri piccoli privilegi, eh?! Il vostro (pseudo) benessere basato sulla sofferenza dei tanti?
    Bene. Continuate a indignarvi sul divano di casa, magari davanti a Bruno Vespa o a XFactor!
    Ve lo meritate Papa Francesco!

    • christian laudicina

      cremona perbenista? ma spiegami quale rivoluzione si fa rovinando il locale di persone che lavorano 15 ore al giorno tutto l’anno che pagano le tasse e cercano di pagare tutti fornitori (merce rara di questi tempi), ma non ci sono altri posti e altre persone da colpire se si vuole fare la rivoluzione… come diceva totò ma mi faccia il piacere…

    • juno

      Il trottalemme dev’essere un po’ svitato di testa. Sta a vedere che ci vogliono far passare la bravata al violino come una “performance di arte contemporanea”. Se la loro “opera” e’ competitiva a Debord, Breton e Tzara perche’ non l’hanno fatta a casa loro? Avrebbero avuto la rivalutazione al catasto.

    • italiana

      Hai ragione. Qui il massimo che si riesce a fare è postare foto stupide su FB dove a turno se la prendono con i Rom, la Boldrini etc.. Per il resto, tutti a coltivare il proprio orticello, che peraltro con questa classe politica durerà ancora molto poco

      • juno

        ….e chi se ne frega della Boldrini….

        • Trottalemme

          Juno svegliati! Vivi a Cremona o nell’iperspazio? Qui i ‘fuori di testa’, ‘sniffatori’, sono quelli come te che non si rendono conto di niente… Probabilmente passi il tempo sul divano a guardare Sky e pensi che fuori di casa ci sia la tata Lucia e Morgan ad aspettarti… Continua a fregartene di tutto e, molto presto, ti porteranno via con il divano e la TV…

          • juno

            Tu, trotterello caro, invece sei una persona sensibile che soffre per i mali nel mondo, sei il “buono”… e l’unica rimedio che trovi e’ quello di rovesciare secchiate di fango in un ristorante. Di filantropi del tuo genere non ne abbiamo bisogno…stattene a casa tua.

          • Trottalemme

            Juno usi parole che non conosci: che c’entra la filantropia con quanto ho scritto? Te lo ripeto: faresti meglio a preoccuparti di quello che ti succede intorno perché questo tuo bel mondo sta andando a pezzi… Non lo vedi? Credi che i cinque ragazzi siano soltano dei buontemponi ignoranti? Pensi che sia una ‘brutta cosa’ che abbiano gettato del fango? Io non soffro per i mali del mondo, sono solo incazzato. Cosa diversa. Rilassati sul divanetto, guarda il cielo, preoccupati di rinnovare il bollo dell’auto e di andare all’IPER a fare la spesa… Quello che a forza di starsene a casa ha perso i contatti con la realtà sei tu. Avanti così che va tutto bene.

          • juno

            Rispondo alla tua ennessima “trottata”. Ma sono anni che le cose non stanno andando bene e non aspettavamo i tuoi amichetti sbalestrati e drogatelli, con le loro bravate da strapazzo, per saperlo. Invece di incazzarvi andate tutti a lavorare invece di disturbare chi lavora piu’ di voi.

  • juno

    Mi piace il volantino quando si legge “patrie galere”. Luogo azzeccato per questi finto-anarchici drogatelli e benestanti. State sicuri che in quelle gabbie, ad incominciare da quelle mentali, ci state solo voi e non gli altri.

  • Sante Cisi

    Secondo me siete tutti pazzi. Mentre state qui su internet a boccalare c’è un governo ombra mondiale che ci uccide attraverso le scie chimiche degli aerei di linea. Siete proprio stolti.

    • Walter & Cider

      Bella il Cisi. Noi lo sappiamo perchè voi siete tutti brutti…per colpa delle scie chimiche!!!

      • Sante Cisi

        E nessuno fa nulla per opporsi a questo scempio! Sprecano il loro tempo a discutere di cose inutili mentre i nano robot che ci inoculano attraverso la pelle stanno soggiogando la loro volontà! A loro insaputa!

    • Paolo

      io temo che i sei veissero dall’Area 51 di Roswell e fossero mandati dai venusiani, che attraverso le scie (o scimmie?) chimiche ci stanno attaccando….

  • Trottalemme

    Sarò anche svitato di testa, ma si è trattato, appunto, di una ‘bravata’ che, sembrerebbe, non aveva l’obiettivo di fare una ‘performance artistica’, anzi. Se hai letto Debord, l’idea è proprio quella di fare della vita ‘lo spettacolo’, non subire ‘lo spettacolo’ che aliena, ma con l’intento di far riflettere sulla realtà. A te piace questa realtà? Ci stai bene? E’ un modo, discutibile fin che si vuole, per porre l’attenzione su una serie di questioni… Se avessero voluto fare una “bravata e basta”, avrebbero imbrattato il locale (così come i ragazzini suonano i campanelli e scappano via)… Il fatto che ci fosse un volantino per spiegare l’azione, costringe a considerarlo un ‘gesto politico’… Il perbenismo di molti che commentano qui sta proprio nel limite di considerarla una ‘bravata e basta’ o, peggio, un reato da reprimere… Non colgono la natura politica del gesto che, forse in origine, era congegnato per essero nonviolento (almeno sulle persone)… Poi, come si evince dalla dinamica, qualcosa è andato storto (il tipo è scivolato) e sono stati rincorsi dal personale del locale. Liquidare questi fatti come fossero solo l’effetto di droga-alcol esclude la possibilità di riflettere sul tema posto – la condizione carceraria a Cremona (e in Italia) in relazione all’indegna opulenza di pochi. Quando si capirà che siamo tutti ‘carcerati’ in questa assurda Realtà forse questi gesti saranno considerati ‘politici’, non puerili bravate di un gruppo di ragazzotti drogati…

    • juno

      I carcerati siete solo voi ma della vostra ignoranza e stupidita’. Da quello che scrivi si capisce che hai “sniffato” anche tu.

      • AstroArkestra

        Carcerato sarai tu che non ti rendi conto di un c***o di niente di quello che ti succede intorno. La droga vera è quella che tutti i giorni vi fanno mandar giù (a vostra insaoputa) politici, TV, calcio & C. Visto che sei così ‘colto’ e ‘intelligente’ spiegati perché tutto sta inesorabilmente andando in mer*a… Sono i qualunquisti italioti come te che hanno mandato a put**ne il Paese!

        • juno

          astro, vai a scaricare sacchi di patate dalle stive delle navi cosi’ metti i piedi per terra.

          • AstroArkestra

            E tu stattene aggrappato al divano davanti a Sky e stringi il cu**… Augurati che tutta questa miseria stia in piedi, perché tra un po’ mi sa che il fango vengono a tirarlo anche a quelli come te…

          • juno

            Hai sbagliato, tanto per dimostrare il tuo acume mentale, io non sono di quelli che guardano SKY, sono troppo impegnato a lavorare a differenza di te. Se chi mi verrebbe a tirare il fango sarebbero quelli che sono andati al violino, l’incursione da barzelletta, scappano come conigli ed alla fine si fanno pure acchiappare. Quelli non fanno paura neanche ad una pantegana morta.

    • juno

      roba de matt.. basta scrivere un pezzo di carta e ti nobilitano una volgare imbrattatura anche sulle persone. Hanno il cervello bruciato e poi dicono che la droga non c’entra…

      • Trottalemme

        Ma dove vivi? Svegliati dal torpore perbenista! Io non giustifico l’atto in sé, ma sostengo che non si tratta di una semplice ‘bravata’… C’è un malessere dilagante fra la gente, povertà materiale e morale, insofferenza al vivere civile, alle regole, che fa venire i brividi… Con le forme della democrazia, le forme che conosciamo, i risultati sono quelli che vediamo tutti i giorni. Dovresti accettare il fatto che questo ‘commando situazionista’ si è limitato al fango e al volantino… In certi contesti e in altri tempi (ma è un attimo tornare agli anni Settanta…) sarebbe successo ben altro…

        • juno

          Oe’ trotta, allora io un giorno verro’ da te, ti rovescero’ un secchio di fango addosso mentre mangi, anche nel tuo piatto, e’ ovvio, poi io ti diro’: “questo e’ un intervento situazionista “surreal-dadaista” e ti lascero’ un biglieto scritto sui mali nel mondo. Vorrei vedere se avrai voglia di filosofeggiare sull’aria fritta.

          • Trottalemme

            Io non filosofeggio sull’aria fritta. Contesto il tuo becero qualunquismo. Io non posso permettermi di andare a mangiare al Violino, neanche di andare a farmi una pizza. Dico soltanto che questo bel mondo, che probabilmente a te va bene così,a molti (me compreso) fa orrore e lo vorrei molto diverso. Con le cosiddette ‘regole della democrazia”, è lì da vedere, le cose non cambieranno mai, soprattutto in Italia. Dubito per questo che verrai mai a tirarmi del fango addosso… Per cosa, poi? A te le cose vanno bene così, no? Sei il tipo di italiano che risolve tutto con una battuta e via… Te lo meriti Berlusconi!

          • juno

            Oe’ trotta, bevi un po’ meno, e cosi’ da Guy Debord sei passato alla fine a nominare Berlusconi…ette pareva!!! Finite sempre li’, a nominare Berlusconi. Questo in psicanalisi si chiama sindrome persecutoria. Stai tranquillo, esiste tutto nella tua fantasia e se veramente non hai soldi neanche per una pizza vuol dire che devi impegnarti di piu’ a cercare un lavoro. Rimboccatevi le maniche ed andate a lavorare!!!

          • Trottalemme

            Allora non c’è proprio verso… Inutile cercare di farti capire… La tua tesi è che basta impegnarsi per cercare lavoro… Ah, beh, ho capito. Proprio non sei di questa terra. Vivi nel magico mondo mentale che da vent’anni ci viene imbonito da TV e politica. “Impegnati, ragazzo, e vedrai che avrai anche tu un bel lavoro con cui poterti comprare tutto quello che vuoi!”. Ah, ah, ah… Complimenti, Juno. Torna a leggere la Settimana Enigmistica…

          • juno

            Certamente e’ lavorando e che si impara a stare nella realta’ e con i piedi per terra, caro trotta, anziche’ farsi mantenere e farsi le seghe mentali. E’ troppo difficle questo concetto per te?

    • Paolo

      ebbravo “trottalemme”,,,’sso’ ragazzi….

      • Trottalemme

        Sto proprio dicendo il contrario… Considerarla solo una “bravata” è una vera cazzata… Dovreste preoccuparvi, invece, e prendere ‘sta cosa sul serio. Guardatevi intorno… ma dove caz** vivete?

        • juno

          E tu invece di stare alla finestra a filosofeggiare, cercati un lavoro e se sei bravo potrai veramente contribuire al progresso e al miglioramento della vita di tutti invece di star li’ a sparare “colzate”.

          • Trottalemme

            A parte che un lavoro ce l’ho – e da almeno venticinque anni – ma è davvero puerile l’iinvito a cercarsi “un lavoro e se sei bravo potrai veramente contribuire al progresso e al miglioramento della vita di tutti…” – sembra il tema di una seduta psichiatrica (o spiritica, secondo i punti di vista). “Cercarsi un lavoro”? “Essere bravo”? “Contribuire al progresso e al miglioramento della vita di tutti”? Ma stai scherzando?! Ho capito, non vivi in Occidente. Scrivi dal Tibet o da un villaggio dell’Africa centrale…
            Una simile scemenza si legeva nei manuali di economia domestica degli anni ’50.
            Intanto che tu sei impegnato a fare il “bravo” cittadino il mondo va a putt**e. Qui chi filosofeggia dalla finestra (o dal divano, se preferisci) sei solo tu.

          • juno

            Ah si’? Hai un lavoro? un lavoro dipendente o autonomo? Perche’ se fai un lavoro di concetto e dipendente vorrei vedere chi ti paga per le vacuita’ che dici.

          • Trottalemme

            Non preoccuparti di chi mi paga, se ho un lavoro autonomo o da dipendente. Sono categorie trite, Juno svegliati! Sono un lavoratore come te che credeva di contribuire al benessere di questo Paese ma ha capito di essere stato ‘fregato’… Concepisci l’idea che si possa essere dei lavoratori e non accettare la realtà per quello che è?
            Limitati piuttosto a discutere delle idee,se ne hai. Ho detto sin dall’inizio (vai a rileggere) che il gesto degli incappucciati può essere discutibile fin che si vuole ma è espressione di un malessere che va considerato. I reati vanno perseguiti, ci mancherebbe,ma considerare il fatto una ‘bravata’ di cinque drogatelli è un errore perché si finisce per sottovalutarne il significato. Se è vero che lavori e conosci la realtà… ti sarai reso conto del profondo malcontento dilagante? E quale sarà mai la causa di tutto questo? Il fatto che i cinque sono figli di papà e non hanno bisogno (o voglia) di lavorare? Non è che con forme, per te sbagliate, stanno semplicemente contestando lo status quo (che ha un nome, ti piaccia o no: capitalismo). La banalità di certi interventi, che liquidano tutto con una battuta,è che sembrano non cogliere o non voler cogliere la questione di fondo: si stanno moltiplicando i gesti di ribellione al sistema e non è detto siano tutti nostalgici del comunismo… Qui o si accetta l’idea che il (presunto) ‘benessere’ va ridistribuito – in modo che tutti abbiamo per lo meno di che mangiare e lavorare – o saranno caz**i per tutti (te compreso!).

  • non preoccupatevi dell imbecille che hanno preso..tanto interverrà il suo paparino della cremona bene,quella a cui il figlio butta merda addosso,e tutto finirà in una bolla di sapone!

    • Paolo

      e a proposito di “paparini della Cremona-bene”, mi ripeto: “Aro” e “Calo” docet…..

      • ILovePet

        Concordo!!! Tra l’altro non sapremo mai il suo nome per esteso… Giusto per andare a tirargli secchiate di fango sul portone di casa!

  • VICTOR DAFFETTI

    Io non capisco, con un feroce puma che si aggira nelle campagne Cremonesi, voi vi state a perdere in queste stupidate…

    • juno

      Giusto, allora diciamo ai baldi giovanotti che hanno rovesciato secchiate di fango nel locale “il violino” che, se vogliono rendersi utili, invece di perdere tempo in quelle stupidate, di dedicarsi alla caccia al puma.

  • Camilla

    CHE CRETINI!!!!!!!!!!!!!

  • PiovonoPietre

    Da fonti investigative si apprende che gli incursori sono entrati nel locale urlando: “Adesso il tartufo cercatevelo da soli!”

  • Paola

    A parte che i prezzi della CIOCCOLATERIA sono tutto fuorché da poveri…

    A) Spendere tanti soldi per le eccellenze dell’enogastronomia e altre stronzate da arricchiti.

    B) Spendere tanti soldi per abbigliamento alternativo, alcolici, sostanze stupefacenti, benzina per recarsi ai free party, snowboard e impianti di risalita, … (eccetera), avere la preoccupazione di lanciare messaggi socio-politici, non avere la preoccupazione di affitto, bollette, spese mensili (col cazzo che pensereste ad altro, in queste condizioni).

    Chi è lo schiavo del sistema?

    Perché sbandierare la libertà quando una vigliaccata di questo tipo è da fascisti? (Fascisti di merda, sia ben chiaro. Il fascismo è merda. E annullamento di ogni libertà, sia sociale che individuale)

    Non sapete che cosa sia la disobbedienza civile? (L’alternativa a questo “boicottaggio” non è per forza il comportamento da seminaristi)

    Non sapete che cosa voglia dire autogestione? (Ricordando anche i bambini dell’asilo che hanno imbrattato i muri durante una manifestazione di ben altro tenore)

    Non pensate che siano altri i veri obiettivi da combattere? (Cremona, peraltro, è piena da sempre)

    Quand’è che inizierete a crescere e a vedere il mondo con gli occhi degli adulti? (La maggiore età non conta un beneamato cazzo)

  • alfio

    cara cavallina storna perchè non continui a cercare su google le foto di balotelli come hai sempre fatto e la smetti di citare autori a caso?
    ho l’impressione anzi la certezza che una come te più che non avere i soldi per andare in pizzaria semplicemente non ha amici per andarci…….

  • Romano

    Povera italia