2 Commenti

Mondomusica 2013, giù il sipario Grandi numeri nonostante la crisi

evid-mondomusica

Oltre 13.300 visitatori per Mondomusica e Cremona Pianoforte 2013. Si chiude un importante fine settimana per il territorio, accompagnato anche dalle iniziative dedicate alla liuteria in centro città e, per la prima volta, dalla contemporanea apertura del Museo del Violino, inaugurato da poco. Numeri di rilievo per Mondomusica e Cremona Pianoforte, nonostante la crisi. Alla luce della generale situazione economica che, come si legge anche nel comunicato di chiusura della manifestazione diramato da CremonaFiere, “sta mettendo a dura prova i produttori e distributori di strumenti musicali, Mondomusica e Cremona Pianoforte hanno dimostrato di essere un concreto strumento di commercializzazione e di promozione per contrastare la tendenza negativa”. In tre giorni “un numero mai visto di operatori internazionali soprattutto da mercati importanti come Giappone, Cina, Stati Uniti e Corea del Sud”.
“Un risultato che premia l’enorme lavoro che stiamo facendo a livello di promozione internazionale – ha sottolineato Antonio Piva, presidente di CremonaFiere -. Ormai abbiamo costruito una rete di contatti unica al mondo per il settore degli strumenti musicali artigianali: un patrimonio che ci consente di offrire ai nostri espositori un servizio di marketing collettivo di grande valore.”
Sono stati 13.308, per la precisione, i visitatori di Mondomusica e Cremona Pianoforte 2013 tra musicisti, dealer e buyer, fanno sapere gli organizzatori. “Merito non solo di una sezione espositiva che anche quest’anno ha visto la presenza dei migliori maestri liutai mondiali e di tutti i principali produttori e distributori di pianoforti, ma anche di una eccezionale proposta artistica e culturale. 77 eventi tra concerti, presentazioni, convegni e tavole rotonde che hanno dato vita agli Stati Generali della Musica: un programma che ha visto la presenza di oltre 280 musicisti e 41 tra Istituzioni, Associazioni, Conservatori e Scuole di Musica.”
“Nessuna altra manifestazione fieristica di settore al mondo è così ricca di contenuti culturali, tecnici e scientifici – ha aggiunto Piva -. Proponendo un programma di questo livello attiriamo a Cremona tutte le realtà del sistema musicale italiano ed estero, dai musicisti professionisti e amatoriali fino agli insegnanti di musica delle scuole primarie: in questo modo diamo l’opportunità ai nostri espositori di incontrare la gente giusta per sviluppare nuovo business.”
Nel corso dei tre giorni si è svolto, inoltre, l’incontro dell’Advisory Board di Mondomusica New York, il programma dal 10 al 12 aprile 2014. Erano presenti i presidenti della Violin Society of America e dell’American Federation of Violin and Bow Makers, oltre a primari esponenti del mondo liutario americano. E’ stata l’occasione per pianificare gli eventi della prossima edizione statunitense di Mondomusica, che si annuncia ricca di novità e di partecipazioni eccellenti.
“I nostri interlocutori americani ci hanno confermato grande disponibilità e sostegno – ha concluso Piva – e il fatto che diversi espositori italiani ed esteri qui a Cremona abbiano deciso di partecipare anche a New York ci conferma che stiamo lavorando bene; non è un caso che a più di 6 mesi dall’evento il 40% dello spazio espositivo sia già stato prenotato.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Gualtiero Nicolini ANLAI

    Più di cento espositori in meno rispetto alla scorsa edizione e 700 visitatori in meno nell’anno dell’apertura del Museo (se non erriamo ), crediamo siano dati che meritano alcune riflessioni.
    Anche il numero non elevato di liutai del territorio presenti – sempre ad avviso dell’ANLAI – meriterebbe una pacata ma ferma ed approfondita analisi e la ricerca di soluzioni.
    Poi se si vuol continuare ” tranquillamente ” sulla propria strada ognuno è libero di fare le proprie scelte.

    • bungatore

      la “cascina urbana” è sempre “WIP”…………!!!???