Un commento

Con un tirapugni in tribunale, scatta il detector: bloccato

tirapugni

Intervento dell'Arma

Si è presentato a Palazzo di giustizia con un tirapugni in tasca, il metal-detector è scattato e per l’uomo la denuncia è stata inevitabile. Tutto è accaduto in mattinata. Nei guai è finito un 39enne (R.U.M. le iniziali note), domiciliato a Cremona ma residente a Palestrina (Roma). Attorno alle 9,30, come hanno ricostruito i carabinieri, si è presentato in tribunale e la presenza di un oggetto metallico è stata rilevata dal sistema di sicurezza. I militari dell’Arma della stazione di Cremona, intervenuti sul posto nell’immediato, hanno accertato la presenza del tirapugni (il cui possesso in luogo pubblico è vietato) e successivamente, negli uffici della caserma di viale Trento e Trieste, è stata formalizzata la denuncia per porto abusivo di oggetto atto a offendere. Denuncia accompagnata, chiaramente, dal sequestro del tirapugni. I carabinieri escludono comunque, al momento, che l’uomo avesse in mente di utilizzare il tirapugni in tribunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • ILovePet

    Io ne avevo uno molto simile che avevo vinto a San Pietro!!!