Commenta

Vigili del fuoco, protesta in divisa davanti alla Prefettura Adesione oltre il 90%

vigili-fuoco

foto Sessa

Protesta in divisa per i vigili del fuoco davanti alla Prefettura, con l’obiettivo di puntare i fari sulle condizioni difficili in cui si trova (e non da oggi) il Corpo. L’adesione allo sciopero nazionale indetto dal sindacato Conapo ha superato il 90% del personale operativo, ha spiegato il segretario provinciale Conapo, Giorgio Folleghi (garantita, comunque, l’attività di soccorso). Il sit-in è cominciato alle 10 in corso Vittorio Emanuele, davanti agli uffici locali del governo, con una distribuzione di volantini alla cittadinanza. Sempre in mattinata l’incontro con il Prefetto vicario e il capo di Gabinetto nel quale alcuni vigili del fuoco hanno messo in evidenza i problemi alla base della protesta e le questioni più strettamente locali, ossia il problema delle condizioni della caserma di Crema e del distaccamento di Drizzona, nel piadanese, in fase di definizione (sarebbero previsti solamente Vigili del Fuoco volontari). La Prefettura ha assicurato che “le ragioni della protesta saranno, come di consueto, riportate, con apposita nota-relazione ai competenti Organi ministeriali”.

Come annunciato nelle scorse ore, la protesta è stata organizzata per ottenere varie risposte, dall’equiparazione retributiva e pensionistica alle forze di polizia, al riordino delle carriere (“al pari di quanto previsto per il comparto sicurezza”), dalle assunzioni e dallo sblocco del turn over, alla riforma del servizio volontario e all’istituzione della ferma breve, dallo sblocco delle retribuzioni (“ferme dal 2010″) alla modifica della bozza del dipartimento “che prevede la chiusura notturna di alcuni distaccamenti e riduzione del numero dei vigili del fuoco in squadra”, passando per l’istituzione di presidi del corpo “ad Aosta, Trento e Bolzano e riappropriazione dei compiti di soccorso pubblico” e per la “parificazione alle forze di polizia dei benefici per causa di servizio e fiscali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti