7 Commenti

Strage Lampedusa, Bordo (Sel): 'Le parole oggi sono finite'

lampedusa

Ennesima tragedia nel Mediterraneo, al largo di Lampedusa. Un barcone di migranti è naufragato a circa mezzo miglio dell’Isola dei Conigli. Centinaia di persone, tra le quali una trentina di bambini e tre donne incinte, sono cadute in acqua. E’ stata una vera e propria strage. “Il senso dell’abisso si tocca con le notizie tragiche di ciò che è accaduto a Lampedusa – commenta il deputato cremasco di Sinistra Ecologia e Libertà, Franco Bordo- L’orrore per i morti, per le vite perdute dei bambini, per la mattanza dei disperati non scompare chiudendo gli occhi. Oggi, a Lampedusa, le parole sono finite”.
“Non vogliamo più sentire parole dal peso nullo – continua Bordo – non possiamo più, in virtù della stessa nostra umanità, far finta di non comprendere le cause vere di quanto è avvenuto e le responsabilità che non si fermano certo al criminale scafista. I morti di oggi sono le vittime delle politiche di oppressione e di sfruttamento di intere regioni del mondo ma anche, più direttamente e più immediatamente riguardanti il nostro Paese, della Fini-Bossi e della L. 94/2009 (che istituisce il reato di clandestinità e costringe i disperati a tragiche traversate). Oggi le scelte politiche fattive urlano la loro improcrastinabilità e quindi farò tutto quanto in mio potere affinché vengano abolite la Fini-Bossi e la L. 94/2009 e si lavori da subito all’adozione dello jus soli. Oggi, più che mai, il nostro Parlamento deve rispondere con un fatto di civiltà e non con parole di cordoglio che hanno un sapore ipocrita”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • bè,sentire da un politico che “non si vogliono piu sentire parole dal peso nullo”è il colmo!!sono anni che dicono solo parole e niente fatti!
    e non si dia la colpa alla legge”bossi-fini”–sarà una legge sorpassata,ma nn diamo la colpa a leggi italiane o agli italiani per queste tragedie della disperazione!la colpa è degli stati che li fanno partire..degli scafisti che lucrano sulla disperazione..della comunità europea che se ne frega di queste cose,tanto “vanno in italia”..
    cari politici,andate tutti sulle coste di partenza di sti poveracci,fareste fatti e non inutili parole!

    • Il giò

      La Bossi Fini è fin troppo leggera, questa è la verità. Se i fogli di via fossero efficaci allora si che si potrebbe essere più permissivi…

  • Luca

    Si certo aboliamo il reato di clandestinitá, ius soli e casa ai profughi subito…altro? Ma sto qui fa il parlamentare?

  • luciano

    la vera tragedia del mare è che volevo passare il fine settimana a Forte dei Marmi dove ho la casa e forse ci sarà brutto tempo!

  • arturo

    più che di tragedia del mare bisogna parlare di profugo deficiente che ha dato fuoco a delle coperte su una nave di legno…

  • bungatore

    Non possiamo, non vogliamo, non è opportuno aggiungere nulla alla parola “ vergogna” pronunciata da Papa Francesco.

    Ma l’uomo della strada si deve chiedere il perché si possano verificare fatti e misfatti che la storia umana registra e poi spesso accantona : ma non può dimenticare.

    L’uomo della strada si chiede se , a monte della sua cultura ci stiano fatti ed insegnamenti ( o mancati insegnamenti) che hanno determinato , direttamente o per derivazione, il succedere di fatti anche gravi.

    La cronaca impietosa ( ma anche doverosa) ci sottopone immagini che nessuno avrebbe mai voluto vedere.

    Assistiamo, quasi impotenti , alle migrazioni di popoli che , a casa loro, trovano solo distruzione e guerre.

    Ma non sappiamo bene cosa fare.
    O meglio lo sappiamo ma non lo facciamo: il che è anche peggio.

    In un passato non molto lontano siamo andati a casa loro ( es: il corno d’Africa) ed abbiamo seminato la morte anche con mezzi proibiti , il gas mortale ( nessuno si ritenga estraneo) .
    Altri popoli sono ancora colpiti da questo dispensatore di morte atroce ( e solo da poco il problema viene affrontato).

    Ma quando qualcuno delle popolazioni colpite si azzarda a sbarcare sui nostri lidi , viene trattato come intruso ed anche “internato” per accertamenti.

    In Italia sappiamo bene cosa è successo: una legge inadeguata non concede nulla o poco , nel tempo, a chi cerca rifugio dalla persecuzione in patria.

    Ma anche l’Europa non scherza: una legislazione di dubbia efficacia impone che il richiedente asilo sia “trattato” solo nel paese in cui approda.
    Non si tien conto che molti migranti cercano subito il collegamento con parenti già presenti e sistemati in aree del Nord Europa.

    E torno a ripetere : non è che in questi ultimi anni abbiamo lasciato emergere le equazioni “ immigrato=clandestino” “immigrato=delinquente” “ immigrato= diversamente uomo”..??

    Si è imposta una cultura passata ed anche propagandata per indefinibili progetti politici.
    E per concludere: pochi sanno che l’Italia e L’Europa, nei prossimi 50 anni avrà bisogno di almeno 200 milioni di persone attive per il riequilibrio della sua popolazione.
    Popolazione altrimenti destinata alla lenta decadenza demografica, ma non solo.
    Potrebbe sembrare un ragionamento cinico, ma è solo una constatazione derivante da studi a vari livelli di diverse discipline.
    Infine : non vi dice nulla che sui barconi della morte trovino posto molte donne, anche incinte, bambini e uomini in giovane età.??
    Noi invece siamo diventati un popolo “ vecchio” perseguitato dalla recessione materiale e morale.
    Una nota consolante: almeno il dieci per cento degli introiti dell’INPS proviene da versamenti connessi al lavoro di immigrati.
    E contribuiscono al pagamento anche della nostra pensione.
    Ma a molti non basta.
    Forse li vorrebbero solo schiavi.

  • Kernel

    alla visita della sua Boldrini c’erano deputati di sel, bellissime parole. fatti zero, a testimonianza di ciò le parole del sindaco di lampedusa di oggi. Non ha visto nulla da parte del governo e delle forze politiche che in quel giorno erano sedute a quel tavolo..ricordo pd-pdl-sel e forse scelta civica. Bordo è di Sel..che se lo ricordi che pure prende lo stipendio pieno ‘sto qua. le parole al nulla le dice anche lui, non sta facendo nulla a Roma. Zero proposte, solo chiacchere al vento.