Commenta

Rubava energia elettrica per far crescere le piante di marijuana

foto6

foto Sessa

Operazione antidroga dei carabinieri, in collaborazione con il Nucleo cinofili di Orio al Serio, in un condominio di via Ghinaglia, abitato anche da residenti con precedenti penali. Perquisizioni nel pomeriggio di venerdì nei garage e nelle cantine di tutti i condomini, a seguito di segnalazioni di vicini su rumori sospetti. Il cane antidroga (di nome Tiki) ha trovato nello scantinato di Giuseppe M., 48enne originario di Cutro con precedenti per droga, una serra per la coltivazione di otto piante di marijuana e un impianto elettrico artigianale per alimentare le luci che creavano il clima tropicale necessario. L’uomo aveva realizzato un grosso foro nel muro della cantina e si era attaccato al cavo centrale dell’energia elettrica fornita da Aem attraverso i contatori del condominio. “Un allaccio abusivo molto pericoloso per il rischio esplosione”, hanno spiegato i carabinieri. Scoperti anche tre etti e 200 grammi di marijuana, semi e, in altri due garage, matasse di rame e un banco per sguainare i fili. Giuseppe M., sposato con figli, è stato arrestato. Le accuse sono detenzione e coltivazione di droga, furto energia elettrica e ricettazione di rame.
I dettagli dell’operazione sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa dal capitano Livio Propato e dai marescialli Angelo Foglia e Eugenio Ferro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti