Commenta

Mantova come Cremona, Ies come Tamoil: chiude la raffineria, licenzia, diventa deposito Resta l'inquinamento

evid-tamoil-ies

Mantova come Cremona. La Ies come la Tamoil. Si chiude e si trasforma l’area produttiva in deposito di prodotti petroliferi. Infatti la raffineria Ies di Mantova dal gennaio 2014 si trasformerà gradualmente in un deposito del gruppo ungherese Mol. Il piano prevede anche che 350 dei 390 dipendenti vengano considerati in esubero. Senza contare i 300 posti dell’indotto. Un colpo durissimo per l’occupazione del mantovano, già in sofferenza per numerose altre chisuure (ad esempio la Cartiera Burgo). L’azienda, che ha già informato Regione e Ministero, ieri ha ufficializzato il piano ai sindacati.

Le analogie con Cremona sono tante, anche perché la stessa azienda dovrà presentare un piano di bonifica ed è sotto processo per inquinamento. E’ durata poco l’avventura del gruppo ungherese a Mantova: la Mol aveva infatti acquistato la raffineria alle porte della città solo quattro anni fa (per 800 milioni di euro). Il deposito mantovano potrebbe ricevere ora i prodotti petroliferi dall’Eni di Marghera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti