Commenta

Decreto femminicidio, grazie alle donne che hanno lottato

Lettera scritta da Cinzia Fontana

Approvato ieri alla Camera il decreto contenente norme per il contrasto alla violenza di genere (c.d. “decreto femminicidio”) che, dopo un breve passaggio al Senato, diventerà legge la prossima settimana.

Tre i pilastri su cui l’impianto del decreto si basa: prevenire la violenza di genere, punirla in modo certo e proteggere le vittime.

Siamo consapevoli che la soluzione non è dietro l’angolo: sarà l’esito di un cambiamento culturale profondo, che dovrà affrontare il nodo delle relazioni tra gli uomini e le donne. Ma a noi compete individuare gli strumenti per dare finalmente il via ad una seria azione di contrasto ad un fenomeno che per troppi anni è stato colpevolmente relegato nel silenzio della sfera privata.

Ecco perché io considero l’approvazione di questo decreto da parte del PD una tappa importante e un segnale chiarissimo di lotta senza quartiere contro il femminicidio e contro ogni forma di violenza sui più deboli. Sarà anche solo un inizio, ma iniziamo davvero.

I deputati di Sel e del M5S non hanno partecipato al voto, dimostrando ancora una volta che, nel volere sempre di più e nel non riconoscere i positivi passi in avanti compiuti, ci si confina poi nell’impotenza e nell’irrilevanza, con il rischio che tutto rimanga sempre uguale a se stesso.

Oggi la mia gratitudine più profonda va a tutte le compagne e le amiche che negli anni e nei nostri territori hanno lottato affinché si riconoscesse il diritto alle donne di libertà e di piena affermazione di sé e il contrasto ad ogni forma di violenza.

Un cammino lungo, difficoltoso, tuttora non compiuto, molte volte inascoltato e rimandato, al punto che risale solo a 30 anni fa l’abolizione delle leggi vergogna sul “delitto d’onore” e sul “matrimonio riparatore”, è solo dal 1996 che la violenza sessuale è reato contro la persona e non contro la moralità pubblica e il buoncostume, risale solo a 4 anni fa l’introduzione del reato di stalking.

Quelle donne, il loro impegno, il loro coraggio, la loro generosità e il loro sguardo sui diritti umani sono per noi un patrimonio di esempio da seguire quotidianamente nella nostra azione parlamentare.

Cinzia Fontana, deputata PD

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti