Commenta

L'Aem avverte: occhio ai falsi addetti per la raccolta rifiuti

rifiuti

In vista dell’imminente estensione della raccolta differenziata porta a porta in ulteriori 11mila famiglie in città, l’Aem mette in guardia dai finti addetti Aem che potrebbero presentarsi nelle abitazioni per chiedere di entrare ad effettuare sopralluoghi. “Il servizio – hanno spiegato  i tecnici di Aem Gestioni – verrà svolto da ditte esterne, ma nel caso l’azienda abbia bisogno di contattare i singoli utenti, lo farà con la presenza di un proprio dipendente dotato di tesserino di riconoscimento. In passato, quando abbiamo portato la differenziata nei primi tre quartieri della città (settembre 2010, ndr) sappiamo che ci sono stati tentativi di truffe. Invitamo tutti a stare in guardia”.

Aem nei prossimi giorni inizierà a contattare le 11 mila famiglie  cremonesi che si aggiungono a quelle che da tre anni stanno già attuando la raccolta differenziata porta a porta per plastica, carta, vetro + lattine, umido domestico. Questo comporterà l’utilizzo di contenitori differenziati che dovranno essere lasciati nelle aree condominiali (nel caso ci siano) o sul marciapiede di fronte all’abitazione. Proprio per valutare la modalità di raccolta a seconda del tipo di abitazione, Aem dovrà contattare i residenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti