2 Commenti

Il mistero della bacheca di viale Po Pubblica affissione o spazio privato de l'Unità?

bacheca viale po-evid

Fa discutere la bacheca dell’Unità di viale Po, all’intersezione con via Adda, di fianco all’edicola. Ieri in consiglio comunale non c’è stato tempo di discutere l’interrogazione di Carloalberto Ghidotti (Pdl) che chiede conto sulla regolamentazione di questo spazio di affissioni e degli eventuali introiti per le casse pubbliche. “Spero che mi rispondano la prossima volta – afferma il consigliere – Non per fare polemica, ma per chiarezza sulla gestione delle affissioni avente carattere politico o di partito, in tutta la città. Non mi risulta vi sia un regolamento e un tariffario specifico per le affissioni politiche. Mi chiedo quindi a che titolo resista questa bacheca, che vediamo da anni, e che non sappiamo nemmeno da chi venga gestita”. In comune per la verità, pare che una risposta informale vi sia: l’ente locale non percepisce un euro da quelle affissioni, aggiornate ogni giorno o quasi, con le pagine ritenute più significative del quotidiano vicino al Pd. Un’abitudine di altri tempi, quando il giornale lo si guardava al bar o nei circoli di partito e non c’erano versioni elettroniche. della carta stampata. Ora i lettori che si fermano in mezzo al viale a leggere sono certamente diminuiti, ma la bacheca resiste. Uno spazio privato che nessuno si è mai preoccupato di regolamentare.

Carloalberto Ghidotti, consigliere comunale Pdl e presidente consiglio provinciale

“Il Comitato di quartiere – aggiunge Ghidotti – ha chiesto più volte al Comune uno spazio per comunicare con i residenti. Potrebbe essere questa la funzione della bacheca, nel segno della trasparenza. Per quanto riguarda l’informazione politica, trovo giusto che tutti i partiti e i movimenti possano trovare un loro spazio, se richiesto e regolamentato.  L”Unità come tanti altri organi di stampa schierati, potrebbero essere letti a SpazioComune, una sala pubblica dove già oggi molta gente va a leggere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Andrea

    L’Unità è stato un giornale serio, ora è solo l’organo di propaganda del pd – l cioè di un’accozzaglia di personaggi intenti solo a salvare la cadrega e per far ciò va bene anche allearsi con silviuccio.

  • Sarà masecondome

    Igga che prublemon…i nostri cari politici sempre impegnatissimi a risolvere i veri problemi della città!