4 Commenti

Terza sconfitta stagionale, Cremo crolla 3 a 1 sul campo del SudTirol

cremo

Terza sconfitta stagionale per la Cremonese che crolla sul campo del SudTirol e vede allontanarsi in vetta l’Entella, già distante 5 punti. A Bolzano i grigiorossi hanno offerto una delle più brutte prestazioni di questo torneo, evidenziando ancora una volta le numerose disattenzioni difensive. Oggi il SudTirol ha centrato 2 traverse e segnato 3 gol, portando complessivamente a 10 le reti subite in campionato dai grigiorossi. La spia rossa si è accesa in via Persico e Torrente dovrà trovare al più presto i rimedi.

La Cremonese ripropone l’undici sceso in campo domenica scorsa contro il Lumezzane. Fiducia quindi a Brighenti e Caracciolo, con Abbruscato e Bergamelli in panchina. Anche al Druso di Bolzano il copione è però lo stesso delle precedenti settimane, tanto che nonostante i buoni propositi, i grigiorossi capitolano alle prima occasione facendosi sorprendere dalla ripartenza di Vassallo che serve Campo, il cui sinistro al volo batte Galli. Subito in salita la strada per gli uomini di Torrente che cercano la risposta con Casoli, colpo di testa a lato da ottima posizione, e Carlini, destro angolato respinto in tuffo da Micai. Al 22’ la gara torna in parità grazio allo spunto di Casoli che viene atterrato in area. Dal dischetto Loviso calcia il pallone nell’angolino fissando l’1-1. Ti aspetti una Cremonese più attenta, e invece passano 2’ e Furlan pesca in area Dell’Agnello che da solo spara alto. E’ solo il preavviso perché in chiusura di frazione lo stesso Dell’Agnello anticipa di testa Moi sugli sviluppi di una punizione riportando avanti il SudTirol. I locali potrebbero dilagare 1’ più tardi con Vassallo che da dentro l’area centra la traversa.

Nella ripresa Torrente gioca il tutto per tutto inserendo anche Abbruscato e Caridi e passando di fatto al 4-2-4. Sono però sempre i ragazzi di Rastelli a dominare il match e a trovare a metà ripresa il gol che spezza alle gambe alla Cremonese con Campo che mette a sedere con una facilità disarmante Caracciolo per poi piazzare nell’angolo lontano il pallone del tris. Dopo 2’ Furlan calcia con potenza scheggiando nuovamente la traversa. Nel finale Abruscato spara alle stelle una punizione dal limite dell’area spegnendo le ultime speranze. Per la Cremo si apre ora la prima crisi stagionale, come testimonia la contestazione a fine gara dei tifosi grigiorossi. E domenica, allo Zini, arriva la Pro Vercelli seconda in classifica.

SUDTIROL: Micai, Iacoponi, Bassoli, Pederzoli, Kiem, Cappelletti, Campo, Furlan, Dell’Agnello, Corazza (72’ Branca), Vassallo (90’ Tagliani). All.: Rastelli.

CREMONESE: Galli, Abbate (72’ Avogadri), Visconti, Baiocco, Moi, Caracciolo, Casoli, Armellino (51’ Abbruscato), Brighenti, Loviso, Carlini (64’ Caridi). All.: Torrente.

ARBITRO: Pelagatti di Arezzo (assistenti: Bonafede e Lanotte).

RETI: 4’ Campo, 22’ (rig.) Loviso, 42’ Dell’Agnello, 67’ Campo.

NOTE – Ammonito Carlini, Iacoponi, Moi, Abbate, Baiocco, Avogari. Angoli: 0-5. Recupero: 0’ pt – 5’ st.

Matteo Zanibelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • questa squadra è tutto fumo e niente arrosto!
    poi finchè sti ragazzotti se ne stanno in giro fino alle 2 di notte di sabato sera(almeno prima delle partite casalinghe)è assai difficile che siano freschi per la partita domenicale!

  • Andrea

    Questa è la dimostrazione che i soldi non bastano se non c’è l’anima e la passione nel gestire una squadra di calcio. Luzzara aveva meno soldi dell’attuale proprietà della Cremonese ma aveva, assieme al mitico Miglioli, la saggezza , la passione e lo spirito giusto che ci ha portato molti anni a giocare in serie A.

  • topastrofly

    Sistemare la difesa diversamente, ogni volta che Moi lascia la sua posizione si becca il gol e facile, con attaccanti SOLI davanti al portiere. Il centrocampo dovrebbe fare piu’ filtro difensivo. La C e’ un pantano il bel gioco deve venir dopo meglio menare un po’ di piu’ buttarla dentro prima e poi di rimessa si gioca veloci e meglio come fanno gli altri… domenica scorsa sui corner erano in area in 11 !!! le finezze van bene dul 3 a 0 . meno nobili e più operai!
    Forza Cremo dai!

  • Torquemada

    Il baratro e’ iniziato dopo la morte di Erminio Favalli. E comunque anni fa quando i privilegiati super stipendiati venivano trovati ubriachi o peggio in giro per i locali prendevano due sani calci nel sedere. Oggi per una cosa simile si rischia l ergastolo mediatico nonché il momentaneo funzionamento della giustizia.