Commenta

Messa in sicurezza delle scuole, ok per Gallina e Realdo Colombo

scuole

Su proposta dell’assessore ai Lavori Pubblici Francesco Zanibelli, la Giunta, riunitasi questa mattina, ha approvato i progetti definitivi relativi agli  interventi strutturali necessari per l’adeguamento/miglioramento sismico alla Scuola infanzia “Gallina” e alla Scuola elementare “Realdo Colombo”, in attuazione del “Piano straordinario per la messa in sicurezza degli edifici scolastici”. Nel primo caso la spesa complessiva ammonta a 166.000,00 euro (I.V.A. 10% inclusa), nel secondo caso a 270.000,00 euro (I.V.A. 10% inclusa). Gli interventi sono necessari per dare alle due strutture un buon livello di sicurezza compatibile con la soglia minima fissata dal decreto interministeriale che permette di accedere all’assegnazione di un finanziamento pluriennale. Gli interventi sono previsti nel Programma delle Opere Pubbliche 2013  – 2015, elenco dei lavori del 2013.

La Scuola infanzia “Gallina” di via S. Bernardo e la scuola elementare “Realdo Colombo” rientrano tra gli edifici ed opere rilevanti ai sensi dell’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri (O.P.C.M.) 3274/2003, riguardante “Primi elementi in materia di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative tecniche per le costruzioni in zona sismica” per i quali occorre adempiere ad alcuni  obblighi dettati dalla normativa sismica. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, di concerto con il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha predisposto un “Piano straordinario per la messa in sicurezza degli edifici scolastici individuando un elenco di interventi per i quali è prevista l’erogazione di un finanziamento pluriennale. Tra questi rientrano anche istituti scolastici del comune di Cremona.

La procedura di attuazione è articolata in diverse fasi, con differenti scadenze temporali. In particolare l’erogazione del contributo prevede lo svolgimento della verifica di vulnerabilità sismica nonché l’attuazione degli interventi strutturali necessari per l’adeguamento/miglioramento sismico. L’Amministrazione comunale, nel febbraio febbraio 2013, ha manifestato il proprio interesse per l’assegnazione di tale contributo alla Scuola infanzia “Gallina”, quantificato in 130.000,00 euro, e alla Scuola elementare “Realdo Colombo, quantificato in 140.000,00 euro.

Dalla verifica di vulnerabilità sismica già svolta è emerso che, per mettere in sicurezza i due edifici, ridurre il rischio di incolumità degli occupanti sotto l’azione di un terremoto e raggiungere la soglia minima di sicurezza necessaria per l’assegnazione del contributo, è indispensabile effettuare alcune opere strutturali di miglioramento sismico. Gli interventi previsti nei progetti, messi a punto in base alla normativa vigente e ai risultati emersi dalla verifica effettuata con l’utilizzo di diverse indagini strumentali e prove di laboratorio, hanno questi obiettivi: dare alle strutture un buon livello di sicurezza raggiungendo almeno la soglia minima fissata dal decreto per accedere al contributo; contenere i costi di intervento; minimizzare l’impatto sugli edifici; ridurre i tempi di attuazione degli interventi e interferire il meno possibile con il regolare  svolgimento dell’attività scolastica.

L’edificio che ospita la scuola materna Gallina è stato realizzato nel 1957. La costruzione è costituita da un corpo centrale realizzato con pilastri in calcestruzzo armato e muratura portante, con copertura in travi reticolari in carpenteria metallica a sostegno di un solaio in latero-cemento ed adibito a ricreazione. Da tale corpo si diramano due ali laterali ad un piano, entrambe in muratura portante a sostegno della copertura, realizzata con un doppio solaio in latero-cemento, un primo che funge da soffitto dei locali e un secondo disposto in falda. Porzione di un’ala è su due livelli: al secondo piano è presente l’abitazione del custode. Le fondazioni sono fondazioni a nastro continue, costituite da una trave da 60x120cm su cui poggiano i muretti di sostegno del solaio di calpestio, areato e rialzato, realizzato con tavelloni e soletta in calcestruzzo. La distribuzione in pianta risulta irregolare; l’edificio ha una superficie di circa 930 mq.

La Scuola “Realdo Colombo” è stato costruita nei primi anni del ‘900. L’edificio, inizialmente, era in diviso in due unità separate ed è probabile che anche la costruzione sia avvenuta in diversi periodi ravvicinati, viste le diversità riscontrate nella tecnologia costruttiva dei solai. Si sviluppa linearmente lungo tutta via Realdo Colombo per una lunghezza complessiva che supera i 125 m e presenta degli allargamenti alle due estremità e nella parte centrale. La parte di sinistra, da via Ferrante Aporti sino al corpo centrale escluso, presenta solai in latero-cemento gettati in opera e travi in cemento armato, mentre la parte di destra, dal corpo centrale sino a via 11 Febbraio ha solai con putrelle di acciaio e tavelloni. L’intero complesso si sviluppa su tre piani fuori terra ed un sottotetto. Il piano seminterrato sporge circa 80 cm dal piano del marciapiede e presenta solai in latero-cemento con travi in cemento armato nella parte sinistra e copertura a volte nel lato di destra. Le altezze di interpiano sono rilevanti e si attestano mediamente sui 5 m. L’altezza complessiva in gronda supera i 18 m. Un corpo di costruzione successiva adibito a palestra è stato aggiunto perpendicolarmente a circa metà del fabbricato. Le pareti sono tutte in muratura e sono presenti alcune travi in cemento armato nelle aule della zona con i solai in latero cemento (lato sinistro). Anche nella copertura si ritrovano due strutture diverse: nella parte sinistra travi in cemento armato appoggiate sui muri di spina sostengono l’orditura del tetto costituita da travetti e tavelle in cotto, mentre nella parte di destra ci sono delle capriate composite legno-acciaio che sostengono i travetti e l’assito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti