4 Commenti

Il Comune rifà il sito: quasi 68mila euro per grafica, dati e servizi on-line

sito-comune

Il Comune si rifà il sito internet. Il portale, ormai in uso da diversi anni, ha bisogno di un restyling completo. Per questo il Comune ha indetto una procedura negoziata, attraverso il sistema informatico di negoziazione Sintel, per l’affidamento della fornitura di servizi per la realizzazione del portale internet istituzionale del Comune, approvando il capitolato d’appalto per una spesa complessiva di 55mila 718 euro (con Iva 67mila 976 euro), fondi regionali.
“Informare i cittadini circa i servizi offerti dall’amministrazione – si legge negli obiettivi elencati nella determina -, l’organizzazione dell’ente, gli eventi organizzati in città; consentire l’erogazione di servizi online al maggior livello di digitalizzazione e automatizzazione possibile, coerentemente con le procedure organizzative definite dall’Ente; essere un valido supporto al lavoro degli operatori interni all’Ente sia per il reperimento di informazioni che per la velocizzazione dei flussi lavoratici”. “Tale tipologia di attività – c’è scritto nel documento – non può essere esercitata direttamente dall’Ente, in quanto non dispone di specifiche esperienze e competenze”. Ecco i moduli previsti: servizi online, banca dati dei servizi comunali, calendario appuntamenti e manifestazioni, motore di ricerca, form vari, bandi di gara e concorsi, elezioni, autocertificazione, modulistica, regolamenti, valori inquinanti aria. I tempi di esecuzione sono stabiliti in 100 giorni. Ecco i numeri del sito del Comune. Sono state visitate 73.752.860 pagine da luglio 2005. Il giorno più visitato è stato lunedì 8 giugno 2009 (225.454 pagine visitate), mentre sabato 9 aprile 2005 (8 pagine visitate) è stato il giorno meno trafficato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • contribuente imu

    Era proprio il caso di buttare nel cesso 68.000 euro di questi tempi? Io dico di no.

  • Gigetto

    Assolutamente una cosa indegna!
    I servizi citati ci sono e funzionano, se ne servono altri basta aggiungerli al sito attuale.
    Il restayling completo a che prò? Se fosse un’azienda lo si può capire come forma pubblicitaria visto che c’è la concorrenza e il libero mercato.
    Ma i clienti del Comune siamo noi cittadini e non è che possiamo usare i servizi di altri comuni.
    Per la promozione turistica è stato fatto dal Comune il sito apposito:
    http://turismo.comune.cremona.it/
    e quindi li c’è già la promozione, eventi e altro. (non so il costo)
    Che i soldi li usino per il verde cittadino piuttosto.

  • Sarà masecondome

    Alla faccia della spending review!

  • Julia

    Non ho parole…