Commenta

Terminati incontri, l'11 novembre via alla differenziata

carta

Terminati gli incontri informativi nei vari quartieri, da lunedì 11 novembre prende il via la raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta nelle zone Maristella, San Felice e Incrociatello, il 18 novembre si inizierà nelle zone Castello, Ghinaglia/Massarotti, S. Ambrogio, infine, dal 2 dicembre, nei quartieri Giuseppina, Villetta, Mantova e Zaist. Ogni cittadino residente nelle zone coinvolte dovrà obbligatoriamente differenziare i propri rifiuti separando carta, plastica, vetro insieme a lattine, umido, verde (laddove presente) e secco residuo (rifiuto indifferenziato) e raccoglierli negli appositi contenitori. E’ infatti da tenere in considerazione che questo sistema permette di ottenere una migliore qualità del rifiuto differenziato, di ridurre la quantità di rifiuti da destinare alla discarica o ai termovalorizzatori e di sfruttare al meglio le risorse in essi contenute.Gli addetti di AEM hanno già avviato la distribuzione dei contenitori e del materiale informativo che sarà consegnato ad ogni famiglia, insieme al calendario dei giorni di raccolta delle diverse frazioni di rifiuto differenziato.

Le zone individuate vanno ad aggiungersi a quelle dove il servizio, iniziato in via sperimentale nel 2010, è ormai a regime: S. Omobono, quartiere Po e Cavatigozzi. Per informazioni e chiarimenti ci si può rivolgere agli sportelli informativi di SpazioComune e di AEM Gestioni-Servizio Nettezza Urbana (SpazioComune – tel. 0372 407291 spaziocomune@comune.cremona.it – AEM Gestioni srl – Servizio Nettezza Urbana – tel. 0372 41866 – 4181 – info@aemcremona.it). I tecnici del Comune, in collaborazione con gli addetti di AEM e con le Guardie Ecologiche Volontarie sono disponibili ad incontrare i cittadini per risolvere eventuali situazioni di criticità o per chiarire le modalità di raccolta.

L’estensione della raccolta differenziata, voluta dall’Amministrazione comunale in collaborazione con AEM Gestioni, coinvolge 10835 famiglie per un totale di 23051 residenti e circa 200 utenze non domestiche, così che, entro l’anno, la percentuale di popolazione coinvolta da questo sistema sarà superiore al 50%. La raccolta differenziata richiede a tutti un piccolo sforzo per acquisire nuove abitudini nella gestione dei rifiuti, ma è un passo molto importante per migliorare la qualità dell’ambiente e di conseguenza il benessere della comunità. Da qui l’invito alla collaborazione da parte dei cittadini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti