Commenta

Vanoli cerca riscatto in casa con Cantù

vanoli

La Vanoli Cremona cerca il riscatto dopo l’infelice prestazione di venerdì scorso a Pistoia. La squadra di coach Gresta vuole dimostrare ai propri tifosi che il suo vero volto è quello di Sassari, che ha un potenziale all’altezza della situazione e tutte le carte in regola per lottare per l’obiettivo minimo della salvezza. Domenica alle 18.15 si confronterà al PalaRadi contro la Pallacanestro Cantù che si sta comportando molto bene sia in campionato che in coppa. I canturini sono allenati da Pino Sacripanti tornato nella sua città natale dopo esperienze a Pesaro e Caserta. Egli ha già allenato Cantù dal 2000 al 2007 ed ha tutte le intenzioni di dare tante soddisfazioni ai tifosi. Eppure dalla scorsa stagione molte cose sono cambiate: per ragioni di budget  non sono stati confermati giocatori d’altissimo livello e la famiglia Cremascoli ha fatto salti mortali, senza sponsor, per allestire un roster competitivo. In Coppa la squadra è appoggiata dalla Foxtown ed è in testa nella graduatoria del girone a punteggio pieno dopo cinque partite ed  in campionato sta tenendo testa alle favorite per lo scudetto. Marcel Jones, Uter, Rullo, Leunen, Jenkins, Ragland,  Aradori , Gentile e l’ex biancoazzurro Cusin sono giocatori che non hanno bisogno di particolari presentazioni essendo molto noti agli appassionati di basket. Sono stati ottimamente plasmati dall’esperienza e maestria di Sacripanti ed i risultati sono subito arrivati. La Vanoli dal canto cercherà con il sostegno del pubblico di opporre la massima resistenza e  di sovvertire il pronostico sfavorevole. Potrebbe essere in campo anche Chase che sta lentamente recuperando l’infortunio al ginocchio. Sono  attese conferme dalle  prestazioni di Tripkovic, serbo di talento ed esperienza, Woodside, Kalve e Kelly oltre allo sblocco definitivo di Jackson.

Marco Ravara

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti