18 Commenti

Primo candidato a sindaco per i 5Stelle All'attacco contro Pd e scelte sui rifiuti

conti

Prima candidatura alle primarie per il sindaco dei 5 Stelle. E’ Alex Conti, portavoce cittadino del Movimento, “sindaco-operaio”, in caso di elezione, come lui stesso si definisce. Protagonista di un braccio di ferro giudiziario con Aem e con Keropetrol, per controversie sorte in seguito alla realizzazione del distributore di metano di via Postumia (Conti era socio delle due aziende), Conti si batte da sempre sul fronte ambientalista e della mobilità sostenibile ed è critico verso le politiche portate avanti dal Comune da almeno una decina d’anni.

“Ho deciso – scrive a proposito della sua candidatura – di candidarmi come Sindaco 2014 per la mia amata Cremona, gia’ avendo fatto molto per il Tpl a Metano in passato, ma ora ho visto nel mio Team del M5S Cremona ragazzi che non mirano alla poltrona ma a risultati concreti per ogni cittadino. Se passassi le primarie, la mia retribuzone netta non dovra’ superare lo stipendio di un operaio 1.250 euro netti; la rimanenza la utilizzerò per investire nel trovare Lavoro ai disoccupati. Io andro’ avanti s lavorare come manutentore a Verola perche’ fare Politica non deve essere un Lavoro”. Chiara anche la posizione sulla questione aperta dell’inceneritore, espressa in un comunicato a firma congiunta con il portavoce provinciale Luca Penzani: “Come sempre, il PD locale si mostra coerente (in linea con l’attitudine politica a livello nazionale) con la sua ambiguità, giusto per confondere poco poco i suoi elettori, ormai sempre più in difficoltà a trovare un alibi per le proprie scelte di voto. E’ ciò che è emerso con l'”affaire” inceneritore nell’incontro tenutosi al teatro Monteverdi venerdì scorso.

“Da una parte chi, come sempre sopraffatto dagli eventi, si affanna a rivendicarne il cambiamento… sì, ma non troppo, giusto a parole, sullo stile di Pippo Civati, il presunto estremista del partito, che poi alla prova dei fatti vota per le larghe intese nel 95% dei casi in Parlamento. Ora una corrente del PD, che vede in prima fila Maura Ruggeri, parla di porta a porta, di inceneritore che deve essere chiuso, di tariffa puntuale… ma toh, eppure all’epoca di Bodini e Corada avevano tutt’altra visione, forse perché non era ancora una moda e, si sa, le mode, quando arrivano, in genere non trasmettono entusiasmo e conformano le persone ad un’opinione diffusa che però non è la loro e forse non la sentono neanche propria. Giusto perché è figo ora farne parte e specie perché porta voti.

“Dall’altra parte, invece, la corrente degli anacronisti convinti (vedi Andrea Virgilio) che, per non essere tagliati fuori, accettano con sofferenza le nuove idee, ma puntualizzano l’importanza dell’inceneritore, che, a suo dire, avrebbe evitato l’emergenza rifiuti in Provincia… come se la salute delle persone non fosse affatto un problema da risolvere con urgenza. Poi le malattie tumorali, si sa, quando arrivano è solo per caso.  Dopo questo marasma incomprensibile di opinioni in salsa politichese – concludono Penzani e Conti – chiuderei con le parole stucchevoli di Matteo Piloni, nuovo segretario provinciale del PD, che chiosa con questa mirabile affermazione: “Il passato è passato. Noi ora siamo diversi, facciamo gli interessi della gente”. Perché, prima gli interessi di chi perseguivano? Forse, con questo lapsus freudiano, intendeva parlare della lottizzazione dei posti dirigenziali nelle partecipate del Comune? Così è più in linea con lo spirito del Partito Democratico, ma si ricordi che non si può cancellare la propria storia da un giorno all’altro, ci vogliono passaggi graduali. Per questo, consiglieremmo per il futuro di lottizzare un po’ meno, per non dare troppo nell’occhio e per evitare allo stesso tempo drastici cambiamenti, che turberebbero la grassa tranquillità dei potentati economici locali”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Daniele

    Come mai nessun riferimento alla raccolta differenziata?
    Paura di essere associato all’aumento ?
    Ma se in tutti i commenti sull’argomento ha sempre sostenuto il vantaggio economico adesso che fa sorvola?

    Abbiamo forse bisogno di un sindaco che spara alto senza fare i conti?

    Il lavoro qualunque sia deve essere affrontato con serietà e non part time.
    Possiamo permetterci un sindaco a metà ?

    • Alex Conti

      Gentilissimo Daniele,il fatto che ho scelto una determinata retribuzione ed il fatto che non lascero’ il mio lavoro è semplicemente che non è tempo da spendere e spandere e che basta che quando si è in Politica si concretizzano le vere alternative per i cittadini Cremonesi e non continuare a giocare a “Ping-pong” La gente vuole Soluzioni NON PIU’ PAROLE!!!!

      Alex Conti Portavoce Comunale M5S Cremona

    • Alex Conti

      Non affrontero’ se fossi Sindaco il Lavoro a meta’ e ripeto….La Politica NON DEVE ESSERE UN LAVORO Ma solo una passione uno deve Lavorare e dedicarsi anche alla Politica ma senza puntare a sedie Politiche ONEROSISSIME PER LE TASSE DEI CITTADINI CREMONESI!.

      Alex Conti Portavoce Comunale M5S Cremona

  • No….per il bene del 5stelle cambiate candidato.
    All’oratorio, scuola elementari, medie e apc… è sempre stato menato.
    Salviamogli almeno la fase adulta!!!

    • Alex Conti

      E chi sono…..ROCKY BALBOA???? hi hi hi ma per favore…….Cmq spiritoso

  • ora

    esatto! prima dichiarazione da candidato e primo error. Bel biglietto da visita, ma si sa che le sparate sono un’arma dei grillini. Non penso si possa pensare di fare il sindaco part time per città grosse come Cremona visti i 1000 problemi che lascerà in eredità Perri.

    • Alex Conti

      La Invito a venire nella Ns. Sede in Via cadore 13 a Cremona qualche Giovedi sera per vedere come ed in che tempo operiamo per risolvere i problemi di Cremona.

      Alex Conti Portavoce ComunaleM5S Cremona

  • Libero Bernini

    e’ solo il prima candidato alle primarie, non il candidato sindaco. Bene, che sia il primo e non sarà l’ultimo. Curioso di vedere altri candidati, tutti provenienti dalla società civile. Pdl e Pd e tutte le altre listine civiche nate per favorire professionisti del caso, non devono farci perdere tempo. Ce ne hanno fatto perdere tanto, mettendo i loro uomini al potere della nostra città. Preferisco una persona normale, che fa l’operaio, che un politicante, o un primario che prende 200.000 euro netti all’anno di stipendio. o il figliol prodigo del partito radicato.

  • Vincenzo Mancini

    L’è en bon regass.. ma è meglio che lasci perdere, non ha consapevolezza dei propri limiti. Fare l’operaio (o il distributore di metano) è mestiere dignitosissimo come qualunque altro fatto con onestà, ma non sufficiente non solo a fare il sindaco, ma pure all’idea di poterlo fare. Che esperienza ha? che titolo di studio ha conseguito?
    Non ne ha avuto abbastanza delle grane che ha passato per il fatto di aver voluto provare l’ebrezza di fare l’imprenditore senza esserne capace? Se le va proprio a cercare quindi.. Consiglio di continua a fare l’operaio full rima: abbiamo bisogno di bravi operai, non di pessimi sindaci.

    • Alex Conti

      Gentilissimo se pensa di demoralizzarmi mi fa….solo sorridere anzi…mi porta piu’ determinazione di prima il Metano per autotrazione per Me è stato una grossa opportunità per capire i “Tumori Politici che ha Cremona” e se i cittadini lo vorranno saro’ fiero di impegnarmi per Cremona detto questo spero di averle tolto tutte le sue curiosita’ e…SI RICORDI DI NON OFFENDERE GLI OPERAI e che Io sia un Imprenditore fallito è ancora tutto da dimostrare c’è stata un’ Indagine ancora in corso….il resto non posso dirlo!

      Alex Conti PortavoceComunaleM5S Cremona

    • Alessandro Tegagni

      le dico solo una cosa, al Ministero della Salute c’è una diplomata classica. Le dico altro, al Dipartimento della sanità, come presidente c’è una cara signora, che per 25 anni si è sempre occupata di cultura, e ora di sanità. La senta parlare, e mi dica se non le fa drizzare i capelli.
      Nessuno studia per diventare sindaco. Il ruolo del primo cittadino è un ruolo fondamentale, durissimo. Non mi sembra che nella nostra storia recente abbiamo avuto delle grandi figure di primo cittadino nonostante uno fosse anche primario (sotto molti aspetti criticato..) in ospedale. Vada a chiedere in sanità cremonese che ne pensano di quel signore, e vediamo che le sanno dire.. 😉 Alex, è un amico, un collega, una persona che tra la gente sa comunicare e la sua voglia di fare bene per la comunità sta dando molte speranze a molti cittadini che ai banchetti vengono. Sono sicuro che farà benissimo. Farà errori? li facciamo tutti, ma ha grande coraggio e sa ascoltare tutti. Sono contento per lui, e per la sua scelta. Lui si è messo in gioco più di quanto voi tutti potete pensare o soltanto immaginare. Dovreste, solo per questo complimentarvi con lui.

      • Alex Conti

        Non resto sorpreso di Alessandro Tegagni lo conosco da tanto tempo e so perfettamente la Persona grande che e’ e da quando ho avuto la fortuna di collaborare al suo fianco la mia stima e’ solo che aumentat
        a.Che sia Io o Lui il Sindaco poco importa l’importante e’ ridare ai cittadini Cremonesi cio’ che gli hanno prepotentemente tolto la Politica attuale che ha pensato solo per la propria pancia economica massacrando Economia Salute ed Ambiente sul Territorio Cremonese.

        ALEX CONTI PortavoceComunaleM5S Cremona

    • Alex Conti

      Gentilissimo Vincenzo,mi sento di risponderti proprio per Invitarti a cercare anche in internet tutto cio’ che ho messo,oltre ai miei soldi e non quelli dei cittadini…. per far capire a:Comune AEM ecc…,la svolta Economica sfruttando l’Autotrazione a Metano.Io Non ho Inventato niente ne sia chiaro da subito…,pero’ che non mi si venga a dire che i bus da 8Mt. a metano non esistevano…(Francesco Zanibelli) che il metano Inquina piu’ del Gasolio….(Elena Colombo Amm.Delegato KM S.p.A.) e potrei proseguire Io sono andato alla BREDAMENARINI BUS e ho fornito ai Consiglieri Comunali i cataloghi dei piccoli bus a metano con i dati tecnici,sono andato alla tempi di piacenza dall’Ing. Baldrati a farmi dare i consumi in Kg. dei Bus a Mercedes a Metano e gli ho dati al pres. Franco Albertoni (A.E.M.) ho fatto assieme al Consigliere di F.I. carlo Malvezzi l’accredito regionale per 200000euro di incentivo per il distributore a Metano sito in Via postumia (AREA AEM) Come vede sono solo un…SEMPLICE OPERAIO PERO’ NON HO PARLATO E BASTA…..HO AGITO Immagini se avessi l’occasione di diventare Sindaco dove potrei analizzare e realizzare progetti con il TEAM M5S Cremona.

      L’Operaio e PortaVoce Comunale M5S Cremona ALEX CONTI.

  • Dott Garda meglio

    Allora, secondo questa logica un prof. di Educazione Fisica o un prof. di Lettere non avrebbero dovuto fare i sindaci, un diplomato non dovrebbe fare l’assessore, un geometra non doveva fare il vicesindaco, un farmacista ed un ragioniere non dovrebbero stare in AEM, una con la licenza classica non dovrebbe fare il ministro della sanità, uno col diploma professionale non dovrebbe fare l’assessore ai trasporti.
    Quando hanno aperto la scuola per diventare sindaci, assessori, ministri?
    A me pare che attualmente le competenze siano irrilevanti bastano nomina partitica e/o voti.

  • Alex Conti

    Il Mio Titolo di Studio è Operatore Elettrico ed Elettronico Progetto 92 (A.P.C. Cremona)

    Alex Conti Portavoce Comunale M5S Cremona

  • Alex Conti

    Se Fossi Sindaco per Tutti gli ospiti dell’Ospizio faro’ calare le tariffe Giornaliere perche’ le trovo super Pesanti da sopportare per i figli in termini economici,è inamissibile che 1 mese di presenza all’Ospizio superi alla Grande uno Stipendio Base di un operaio COSI NON SI PUO’ PROSEGUIRE!!!.

    Alex Conti Portavoce Comunale M5S Cremona

    • carlo Vezzini

      Gentile Alex, massimo rispetto per le tue idee ma nel 2013 non si può usare ancora la parola “ospizio” , ma si deve parlare di RSA (residenza socio assistenziale) tendo conto che Cremona solidale è una piattaforma di servizi che va oltre la residenzialità.
      Detto questo ti auguro veramente di fare quello che ti proponi, tieni conto che Cremona Solidale ha un suo CDA, ovviamente il presidente sarà di nomina del sindaco, attenzione che le regole del welfare non sono così semplici.
      Buon lavoro e auguti

      • Alex Conti

        Gentilissimo Carlo,conosco perfettamente la situazione del RSA di Cremona,so che il personale è sempre sottodimensionato per i servizi che è chiamato a garantire ma con rette cosi’ elevate è inamissibile che possano ancora proseguire per il futuro.Ho avuto modo di valutare personalmente il personale operante presso tale struttura e debbo dire che esistono Infermiere ASA ecc… che ci mettono passione e cuore e non lo vedono solo come un lavoro ma anche come missione detto questo pero’ non si puo’ ricevere ingressi elevatissimi in denaro e poi avere un servizio che si potrebbe migliorare sin da….Subito Meno Soldi ai dirigenti del CDA e nuove assunzioni del personale e aumenti salariali a chi riuscirà a trasmettere passione e capacità ai nuovi assunti.

        Alex Conti PortavoceComunaleM5S Cremona