9 Commenti

Comunali, Pd sonda possibili alleati Contattati anche i referenti 5 Stelle

piloni-ruggeri

Inizierà la prossima settimana il percorso di avvicinamento del Pd alle forze politiche e ai movimenti possibili alleati alle amministrative. L’assemblea cittadina è reduce dall’approvazione della piattaforma programmatica e ha dato mandato ad una triade di rappresentanti (Maura Ruggeri, Andrea Virgilio, Michele Arisi) di avvicinare i possibili partner. La volontà, afferma Maura Ruggeri, capogruppo in Consiglio comunale,  è quella di “dialogare con tutti coloro che vogliono costruire un’alternativa a Perri, partiti e movimenti, eventuali liste civiche. Questo è l’indirizzo che ci siamo dati”. Il che include anche i 5 Stelle, che con il Pd potrebbe avere  alcune consonanze, ad esempio sul tema dei rifiuti. Incontrerete anche loro? Ruggeri non si sbilancia in maniera esplicita, ma ribadisce che i movimenti fanno parte integrante del percorso.

“Traiettorie progettuali”, così sono state definite, nel documento uscito dall’assemblea, le basi di partenza del dialogo. Data per scontata l’adesione di buona parte dell’associazionismo, cattolico e non, al candidato Galimberti, il Pd avrà bisogno di conquistare altre fette di elettorato per strappare la poltrona di sindaco al centrodestra. L’elenco che scorre il segretario provinciale Matteo Piloni include vecchie e nuove sigle, dagli “scontati” Sel e Rifondazione Comunista, all’Italia dei Valori e Scelta Civica fino ai praticamente scomparsi (nel capoluogo) Verdi. Ma contatti saranno presi anche con Ferdinando Quinzani di Cremona per la Libertà, compagno di molte battaglie in questi cinque anni in Comune e per l’appunto con M5S. “Per ora ci siamo sentiti per telefono – afferma Piloni – Li ho contattati  e sicuramente ci incontreremo. I punti di contatto possono esserci, sul tema dei rifiuti ad esempio sono vicini a noi, ma anche sul sociale. Non ragioneremo però in termini di alleanze, visto che loro intendono presentarsi da soli”. Gli incontri sono messi in calendario dalla settimana prossima. Altro interlocutore che sui rifiuti si è mostrato molto vicino al Pd in questi mesi è l’assessore della giunta Perri Francesco Bordi: “Constatiamo -afferma Piloni – che dopo quattro anni al Governo locale, ha sposato con grande ritardo quello che sta dicendo il Pd”.

Intanto il partito si muove anche in vista della competizione interna per le primarie per il segretario, ormai vicine all’ora X dell’8 dicembre. Venerdì 29 novembre, alle ore 21 nella saletta Ial Cisl di via Dante 121, dove si tengono le assemblee cittadine, il referente del Comitato pro Renzi Luca Burgazzi organizza un incontro sul tema “Le sfide del futuro: Giovani ed Europa, idee contro la crisi”, con Stefania Milo, imprenditrice, di recente eletta presidente nazionale giovani di Cna;  Francesca Picasso, vicepresidente nazionale giovani di Confagricoltura, Patrizia Toia, parlamentare europeo; moderatore Simone Bacchetta di Cremona1Tv. Una conferenza stampa sulle primarie nazionali si terrà poi il lunedì successivo, 2 dicembre, presso la sede Pd di via Ippocastani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Alessandro Tegagni

    Confermo quanto già riferito a Matteo Piloni, nessuna alleanza pre-elettorale, come riportato nell’articolo.

    • Michele Aglio

      “Traiettorie progettuali”…

  • Enrico Lombardi

    “dialogare con tutti coloro che vogliono costruire un’alternativa a Perri”
    vuol dire che ci ascoltano perchè hanno paura di perdere?

  • Quaqquaraqquà

    Il solito modo di fare della sinistra: una mega ammucchiata con tutti quelli alternativi al centrodestra, proprio come i governi brevissimi affossati da bertinotti ed altri più recenti. Non basta unire cani e porci, occorre un progetto di città, che ci dicano PERCHE’ votare loro, cosa faranno di CONCRETO, a parte star lì seduti per 5 anni a gozzovigliare e spartirsi le poltrone di giunta e dei cda collegati!

  • CREMONESE DOC

    Beh, alla fine niente di nuovo, un’ammasso di gentaglia che si vuole unire per far fuori Perri, vedo bene Quinzani con Sel, Galimberti con M5S e Sel, vogliamo poi mettere i resuscitati di Di Pietro? Dimenticavo il burattinaio di turno, Bordi, come farà a convivere con tutti questi?
    Bene, questi incapaci individui hanno governato Cremona per decenni portandola nel baratro, vogliono riprovarci?
    Possibile che non si trovi un candidato valido e affidabile senza alleanze strane (come farebbe Galimberti al ballottaggio) che lavori per Cremona?
    Perri per me gran persona ma purtroppo i partiti l’hanno bloccato, in più in 5 anni non si possono cambiare minimo 25 anni di mal governo!
    La speranza e’ l’ultima a morire anche se … l’ottimismo è un’altra cosa!

    • Alessandro Tegagni

      Pd – m5s prima delle elezioni è impossibile.

      Il resto lo lasciamo a loro, ai loro giochini di alleanze. Non ci riguardano.

  • cleopatra

    Il M5S non fara’ mai e ripeto
    mai alleanza con nessuno!

    • CREMONESE DOC

      Certo, crediamoci pure, quindi, o siete un movimento di aria fritta non in grado di prendersi responsabilità, o al ballottaggio andate con la sinistra!
      Se non vi appoggiate a nessuno, come dice Grillo, SIETE MORTI!!!

      • Alessandro Tegagni

        Ripetiamo, nessuna alleanza pre elettorale.