Un commento

Famiglie in crisi e utenze, Giunta: ok patto con Aem-Linea Più

distacchi-firme

Nella foto, la manifestazione contro i distacchi utenze dello scorso inverno

La Giunta comunale, su proposta dell’assessore alle Politiche sociali Luigi Amore, ha approvato la bozza del protocollo di intesa da stipulare con A.E.M. Gestioni s.r.l. e LINEA PIU’ Gestioni s.r.l. per la realizzazione di attività coordinate destinate a fronteggiare il rischio di un’ulteriore marginalizzazione di situazioni individuali e familiari connotate da grave indigenza o da vulnerabilità sociale. “Le ricadute sociali della crisi economica – dichiara Amore – obbligano ad un ripensamento dei modelli di intervento a contrasto della povertà tanto che l’Amministrazione Comunale, anche nelle linee di mandato, ha evidenziato la necessità di attivare un’analisi delle risposte, sia attuali che future, in forma integrata con le realtà del terzo settore e dell’associazionismo locale così da sperimentare modalità d’intervento non solo basate sull’erogazione ed impiego di risorse economiche bensì, quando possibile, sulla possibilità di innescare meccanismi generativi di risorsa sociale”.

Rientra in questa azione il protocollo d’intesa  dell’aprile scorso stipulato dal Comune con Caritas Diocesana di Cremona, Società San Vincenzo de’ Paoli – Consiglio Generale di Cremona e Società Cooperativa Sociale IL PONTE per la realizzazione di azioni coordinate di contrasto all’esclusione sociale ed alla povertà con il coinvolgimento del Terzo Settore.

“Una delle finalità delle azioni proposte – spiega l’assessore Amore  – è rafforzare la rete tra privato sociale e pubblico sociale individuando percorsi di collaborazione che permettano da un lato di offrire servizi che rispondano alle domande del territorio e dall’altro di ottimizzare le risposte ai bisogni. E’ pertanto importante individuare i criteri comuni per la valutazione dei  risultati e degli esiti nel tentativo di una comparazione tra esperienze di tipo istituzionale ed altre di natura sociale: da una azione prevalentemente assistenziale, da parte dei diversi soggetti attivi, si intende verificare un approccio maggiormente redistributivo e capace di riqualificare anche le risorse a disposizione”.

“La crescente richiesta d’integrazione del reddito familiare attraverso interventi di carattere monetario – prosegue l’assessore – deve condurre ad una più ampia riflessione relativa, ad esempio, alle forme di contrasto del fenomeno delle morosità: in particolare l’incapacità di sostenere gli oneri derivanti dalla disponibilità dell’alloggio o dall’impegno al pagamento delle utenze domestiche, richiedono nuove intese con le aziende preposte.

Per questo il Comune ha attivato azioni di sensibilizzazione nei confronti di A.E.M. Gestioni s.r.l. e di LINEA PIU’ Gestioni s.r.l. per favorire l’attuazione di azioni sinergiche per fronteggiare il rischio di un’ulteriore marginalizzazione di situazioni individuali e familiari connotate da grave indigenza o da vulnerabilità sociale, proseguendo iniziative già in essere e mettendone in campo anche di nuove, monitorando in forma congiunta, per gli aspetti di rispettiva competenza, le situazioni che manifestano elementi di particolare fragilità e che richiedono forme di intervento economico teso a ridurre la morosità anche attraverso piani di rientro concordati”.

I tre soggetti interessati hanno pertanto provveduto a stendere la bozza del protocollo d’intesa tramite il quale si impegnano ad individuare e sperimentare una nuova modalità di presa in carico  e di monitoraggio della verifica della regolarità dei pagamenti nonché delle situazioni di morosità delle persone in condizioni di bisogno, mediante la adozione di strumenti che consentano di sviluppare la reciproca conoscenza ed il coordinamento delle azioni, nell’attuazione delle attività di cui ciascuna parte è promotrice.

Gli Enti sottoscrittori inoltre intendono realizzare un percorso atto ad individuare criteri operativi condivisi finalizzati al contenimento del fenomeno della morosità e conseguentemente della disattivazione delle utenze domestiche, sviluppando anche sinergie con la rete del terzo settore impegnata in azioni di solidarietà.

Il Comune di Cremona, in base al protocollo, s’impegna, compatibilmente con le risorse stanziate nel proprio bilancio, a sostenere i cittadini che versano in situazioni di difficoltà socioeconomica, tramite il pagamento delle bollette relative alle utenze domestiche attivando al contempo percorsi virtuosi finalizzati alla responsabilizzazione del cittadino ad onorare i piani di rientro dalla morosità in misura compatibile alle proprie risorse. A.E.M. Gestioni s.r.l. e LINEA PIU’ Gestioni s.r.l. provvederanno: all’invio mensile della situazione di morosità dei contratti attivi con AEM (teleriscaldamento EE maggior tutela) o Linea Più (gas o EE Mercato Libero) per un “elenco condiviso di clienti” e all’invio settimanale dell’elenco delle utenze sospese TLR o EE.

Qualora si accerti che il patto tra utente, Comune e Gestori non venga rispettato, i Gestori saranno liberi di adottare ogni provvedimento idoneo a scongiurare un eventuale incremento della morosità, ivi compreso l’interruzione delle utenze. La convenzione, considerata la sua natura sperimentale, si intende valida sino alla individuazione di eventuali criticità da parte degli Enti aderenti tali da richiedere l’integrazione, modifica o interruzione dell’accordo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Utente non aem

    Ma chi è passato ad altro operatore? Non è un cittadino di Cremona?